Stampa
In: AGENDA

01 20serviziatuteladelledonnedeiminori copyNOCI (Bari) - Quelli passati sono stati mesi di accese discussioni: al centro di confronti, interventi e, in alcuni casi anche manifestazioni di piazza, la tanto discussa riforma del diritto di famiglia avanzata dal Senatore della Lega, Simone Pillon.

Il disegno di legge 735 introduce essenzialmente quattro riforme al Diritto di famiglia: la mediazione obbligatoria e a pagamento, l’equilibrio tra entrambe le figure genitoriali e tempi paritari, il mantenimento in forma diretta senza automatismi e l’alienazione genitoriale. Una riforma complessa che esprime la chiara volontà – come dichiarato esplicitamente dallo stesso Senatore Pillon – di rimettere «al centro la famiglia e i genitori» lasciando al giudice il «ruolo residuale di decidere nel caso di mancato accordo» e che fa emergere alcune importanti riflessioni: cosa sono la bigenitorialità e l’alienazione parentale? Il DDL lambisce o entra a gamba tesa nelle relazioni interpersonali della famiglia?
A queste e molte altre domande si cercherà di dare risposta, attraverso una serie di interventi, durante il Seminario “I Servizi a tutela delle donne e dei minori”, promosso dall’Amministrazione comunale di Noci e dal centro antiviolenza Andromeda dell’Ambito Territoriale di Putignano in collaborazione con il Cismai e l’Ordine degli Assistenti Sociali. Il seminario si svolgerà a Noci, presso il Chiostro di San Domenico, il prossimo giovedì 24 gennaio, alle ore 16.30. Ha lo scopo di far riflettere sulle nuove proposte di legge e sugli orizzonti legislativi e concreti della tutela delle donne vittime di violenza e dei loro figli.

Dopo i saluti istituzionali di Domenico Nisi, Sindaco del Comune di Noci, e Marta Jerovante, Assessora alle politiche sociali del Comune di Noci, verrà avviata una riflessione dialogica e critica attraverso gli interventi di Tiziana Vitale del Cismai Puglia, Patrizia Marzo, Presidente dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Puglia, Giuliana Martiradonna, giudice onorario Tribunale per i Minorenni di Bari, Filomena Zaccaria, avvocata del Centro Antiviolenza Andromeda e Marika Massara, coordinatrice del centro per la famiglia dell’Ambito Putignano. A moderare, Rosangela Paparella, già garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, consulente del Centro Antiviolenza Andromeda.
L’evento, in fase di accreditamento all’Ordine degli Assistenti Sociali e degli Avvocati, è a ingresso libero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA