Stampa
In: Territorio

05 07 murgia albaneseNOCI - Il Gruppo FAI dei Trulli e delle Grotte, che opera nei comuni di Putignano, Turi, Castellana, Noci ed Alberobello con la finalità di diffondere e testimoniare nel concreto la missione ed i valori del FAI sul territorio, partecipa alle Giornate FAI di Primavera 2021, che si terranno nel fine settimana del 15 16 maggio 2021 con due aperture:

NOCI: I visitatori potranno visitare l’interno complesso della masseria Murgia Albanese, eccezionalmente aperto al pubblico, grazie alla disponibilità della famiglia proprietaria. L’itinerario attraverserà il corpo centrale della masseria all’interno degli spazi del piano nobile, arredati con oggetti d’epoca, riservati a quella che a fine Settecento era la residenza padronale. All’esterno, nella vicina chiesetta, si potrà ammirare il pregevole affresco del pittore Francesco Carella. Si procederà verso il fragneto per visitare un raro esempio di apiario seicentesco in muratura. Qui, affiancati da un esperto apicoltore, sarà possibile seguire un’attività sull’evoluzione dell’apicoltura nella tradizione pugliese. La volontà di creare un’attività collaterale nasce dalla preziosa opportunità che offre la masseria, il cui luogo crea un legame unico e visibile tra architettura, storia locale e paesaggio. La visita ha come obiettivo quello di proporre un’esperienza singolare, in cui dar vita ad un dialogo unico tra storia e natura, tra luogo e ambiente. Durante l’itinerario gli ospiti saranno accompagnati da guide d’eccezione che forniranno approfondimenti tematici. Le giornate saranno dedicate alla Signora Fiorella Schirone Francese, proprietaria della masseria, recentemente scomparsa.

PUTIGNANO: i visitatori saranno accompagnati dai giovani Ciceroni del Polo Liceale Maiorana Laterza attraverso un itinerario di conoscenza alla scoperta del “virtuoso” scultore putignanese Stefano da Putignano. L’itinerario inizierà nel bel centro storico medievale di Putignano, precisamente nel Chiostro della Biblioteca Comunale, dove è stata allestita una mostra fotografica con le più significative opere del grande scultore. Guide d’eccezione accompagneranno successivamente gli ospiti nella vicina Chiesa di San Pietro Apostolo ad ammirare alcune sculture conservate in situ. La visita sarà arricchita dalla collaborazione con la Associazione Porta Barsento (che parteciperà con figuranti in costume) e dal musicista Gianni Pinto che allieterà i presenti suonando con il liuto musiche rinascimentali. Il tutto è stato reso possibile grazie alla inestimabile collaborazione con la Professoressa Clara Gelao, illustre storica dell’Arte che ha recentemente pubblicato (Mario Adda Editore) un pregiato volume sul “nostro” scultore in sinergia con il Consiglio Regionale della Puglia. Alcune copie del pregiato volume sono state gentilmente messe a disposizione del FAI dalla Teca del Mediterraneo e verranno omaggiate ai primi visitatori che sottoscriveranno e/o rinnoveranno la iscrizione al FAI. Le Giornate sono state rese possibili grazie all’infaticabile lavoro svolto dai Volontari del Gruppo, dagli insegnanti che hanno collaborato per la formazione dei Ciceroni e dai tanti che hanno collaborato con passione civica e culturale ed anche con molto coraggio con l ‘intento di trasmettere alla comunità un messaggio di positività. Il FAI, grazie al supporto di una società che si occupa di sicurezza su tutto il territorio nazionale, ha individuato le corrette modalità per poter organizzare un evento su prenotazione, che possa dare un segnale di ripresa e di speranza. Potranno accedere alle visite soltanto coloro che si saranno prenotati sul portale FAI www.giornatefai.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA