Stampa
In: Territorio

sos-campanile-noci-21NOCI (Bari) - Venerdì 22 marzo 2013, presso il salone di palazzo Lenti, la parrocchia della Natività di Noci ha ospitato le rappresentanze degli enti istituzionali interessati alla ricostruzione del campanile della chiesa Madre.

Nel salone di palazzo Lenti, la regione Puglia, nella persona del dott. Amati Fabiano, consigliere regionale ed ex-assessore alle Opere Pubbliche, e della sig.ra Lucia Di Lauro, ingegnere del genio civile, ha consegnato ufficialmente alla ditta Marullo, vincitrice dell’appalto, i lavori di ricostruzione del campanile della chiesa Madre rovinato dal fulmine del 25 gennaio dello scorso 2012. Presenti anche rappresentanti del consiglio pastorale e consiglio affari economici della Parrocchia stessa, nonché i tecnici della curia vescovile di Conversano-Monopoli nella persona dell’arch. Nicola Intini, arch.Piero Intini, ing. Piero D’Onghia.

L’ente locale è stato rappresentato dall’ingegnere del Comune e dalla gradita visita del neo senatore della repubblica Piero Liuzzi che, a suo tempo, aveva seguito la richiesta e la relativa accoglienza della pratica d’intervento della regione Puglia. La seduta è stata introdotta dal saluto riconoscente dell’arciprete, don Peppino Cito, che, a nome di tutta la comunità civile ed ecclesiale del paese, ha preso atto della concreta volontà di intervento dell’ente Regione, per l’intermediazione preziosa dell’allora assessore ai Lavori Pubblici della Regione, dott. Fabiano Amati e per la tempestività d’intervento dell’ingegner Lucia Di Lauro.

I termini di consegna sono di un anno, con possibilità di eventuale giustificato procrastinamento dovuto a revisione di progetto d’intervento. I lavori inizieranno nella settimana dopo la Pasqua. Assente il rappresentante della Sovrintendenza alle belle arti, comunque coinvolta a tutti gli effetti dal genio civile della Regione in ogni fase della programmazione d’intervento.

Il progetto prevede opere di ricostruzione della cuspide, che è stata completamente danneggiata, e il consolidamento di tutte le celle campanarie. Sono previste inoltre indagini diagnostiche e petrografie finalizzate alla corretta esecuzione dei lavori, che dovrebbero concludersi entro un anno.
 
La chiesa Matrice di Noci, la cui costruzione risale al 1180, unitamente alla torre campanaria, di epoca più recente, presumibilmente realizzata tra il 1758 e il 1761, costituisce un complesso monumentale di notevole importanza storica non solo per la comunità cittadina ma per tutta la Regione, anche in considerazione della sua rilevanza turistica.
 

Fotogallery

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA