Stampa
In: Tutela e rispetto

04 23 differenzianociNOCI (Bari) - Si è tenuta sabato 18 aprile la seconda e ultima lezione del corso sull'utilizzo della compostiera domestica, tenuto dall'agronomo Carlo Mininni, organizzato da DifferenziaNoci allo scopo di diffondere una delle migliori tra le buone pratiche ambientali. Probabilmente è il primo caso a Noci di un gruppo d'acquisto, formatosi per riprendere il rito millenario di ottenere compost dai rifiuti organici e avere un risparmio attraverso l'acquisto collettivo.

Il compostaggio domestico produce molti vantaggi: si pratica la riduzione dei rifiuti, l'arricchimento del suolo agricolo, si incentiva l'orticoltura/giardinaggio e il consumo critico, ci guadagna chi lo pratica attraverso la scontistica sulla Tari, e le casse comunali per i costi più bassi di smaltimento.

All'iniziativa hanno aderito ventitré famiglie. Le compostiere domestiche sono state acquistate da una ferramenta di Noci, incentivando in questo modo il commercio locale. Considerando un consumo pro-capite di mezzo chilo di rifiuti organici al giorno e una famiglia media di tre persone, in un anno i ventitré nuclei familiari produrranno per le casse comunali un risparmio di 1.800 euro, per minori costi di conferimento in discarica.

Insomma, chiunque è entrato in questo percorso ci ha guadagnato qualcosa. Un'esperienza sicuramente da ripetere.

Noci, 22 aprile 2015

Gruppo DifferenziaNoci

 

Fotogallery

© RIPRODUZIONE RISERVATA