Stampa
In: Tutela e rispetto

08 18 PlasticaNOCI (Bari) – Proseguiamo il nostro viaggio all’interno del mondo della raccolta differenziata. Dal prossimo 18 settembre infatti, anche a Noci arriverà il metodo di raccolta definito “porta a porta”. In appositi contenitori forniti dall’azienda che gestisce il servizio (la Navita srl), i cittadini dovranno raccogliere e differenziare le diverse tipologie di rifiuto per poi conferirle, secondo uno specifico calendario, nei pressi delle proprie abitazioni in modo tale che gli operatori possano raccoglierli.  Oggi parliamo di come si differenzia la plastica (in foto i consigli inseriti nell'ecoguida).

La plastica verrà innanzitutto raccolta all’interno di sacchetti in plastica forniti al momento del ritiro del kit. Il bidoncino in cui bisognerà inserire la busta, da esporre nei pressi della propria abitazione nei giorni e negli orari prestabili da calendario, è quello di colore giallo. Per “plastica” si intendono i rifiuti di imballaggi non compositi: involucri, tappi, bottiglie, vaschette, vasetti, sacchetti, piatti e bicchieri in plastica. Non è necessario sciacquare la plastica, ma è sufficiente svuotare i contenitori affinchè siano privi di residui alimentari. Molto utile risulta essere lo schiacciamento dei contenitori ingombranti al fine di ridurre il volume di ingombro.

La plastica è uno dei rifiuti più complessi da differenziare e quindi da riciclare. Innanzitutto esistono sette diversi tipi di plastica, riconosciuti in base ad una sigla (PET, PVC, ecc).  Tutte queste tipologie di plastica, prese isolatamente, possono essere riciclate. Il compito del cittadino è quello di separare gli imballaggi (che vanno conferiti nella raccolta della plastica) da altri tipi di rifiuti. A livello industriale poi viene effettuata una selezione accurata per poter scegliere le plastiche riciclabili e quelle che, almeno per il momento, vengono recuperate sotto forma di calore ed energia trasformandole in combustibili alternativi.

Il termine “imballaggio” nella raccolta della plastica è cruciale: per imballaggio infatti si intende un manufatto concepito per proteggere, contenere, trasportare merci. Proprio per questo motivo le biro, i pennarelli, i giocattoli non sono imballaggi e per questo motivo non vengono differenziati nella plastica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA