Stampa
In: Tutela e rispetto

09 05videodonnaincastrataNOCI (Bari) - Detto, fatto. Quanto era stato annunciato dall’amministrazione Nisi durante l’ultima conferenza stampa del 1° agosto si sta finalmente avverando. Per i furbetti della raccolta differenziata non ci sarà più alcuna possibilità di farla franca. Gli abbandoni illeciti, i conferimenti sbagliati nei mastelli altrui potranno essere adesso oggetto di registrazione di fotocamere mobili: nel Comune di Noci la tecnologia supporterà le istituzioni per contrastare il problema dell’abbandono dei rifiuti: lo dimostra un video pubblicato di recente dal Sindaco Nisi sulla sua pagina facebook e che riprende una donna mentre deposita un sacchetto rifiuti al fianco di un cestino portacarte, per giunta davanti ad una scuola.

Queste le immagini di quanti, contravvenendo alle regole, utilizzano i cestini portacarte come sostituti dei vecchi cassonetti stradali per non differenziare” scrive il primo cittadino pubblicando un video risalente al 24 agosto 2018 e registrato intorno alle ore 14.00. “Il risultato di questo comportamento incivile” continua, “è che le nostre strade, in prossimità dei cestini, diventano piccole discariche. Questo comportamento non sarà più tollerato! Ai trasgressori saranno notificate le sanzioni previste per Legge. Vorrei dire a tutti che non vi sono “zone franche” dai controlli, poiché trattasi di fotocamere mobili, che provvederemo periodicamente a spostare, a seconda delle esigenze. Pertanto, nessuno si senta tranquillo. Anche se a malincuore, da oggi inizierò a pubblicare alcune delle immagini più significative tra quelle raccolte, affinché servano come monito per chi avesse ancora intenzione di perseverare in questi comportamenti indegni.”

La sfida consiste ora nel capire se il problema dell’abbandono dei rifiuti persisterà e se l’incidenza del fenomeno resterà allo stesso livello. A Noci è attivo da ormai un anno il servizio di raccolta porta a porta e questa tipologia di comportamenti influisce pesantemente sia sia sul decoro della città che sulla qualità della raccolta differenziata. Ci si aspetta che le immagini dell’eventuale uso improprio di questi contenitori da parte di chi abbandona rifiuti ingombranti o non vengano consegnate alla Polizia locale per le opportune verifiche e le relative sanzioni. Restiamo in attesa di conoscere gli sviluppi del caso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA