Stampa
In: Tutela e rispetto

12 20borracce navita 2 1NOCI (Bari) - Ridurre in modo significativo l’uso e il consumo di plastica: è questo l’impegno assunto dall’Amministrazione del Comune di Noci. Dopo la consegna delle borracce ai dipendenti comunali, alla Giunta e al Consiglio, questo impegno arriva nelle scuole del territorio di ogni ordine e grado.

«S’intende in tal modo consentire agli studenti di ricorrere a contenitori riutilizzabili per la conservazione di acqua o di altre bevande durante la permanenza a scuola, in sostituzione delle bottigliette di plastica o dei contenitori monouso – dichiara l’Assessore all’Offerta Formativa, Marta Jerovante. - L’iniziativa, promossa e fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale, vede la collaborazione dell’azienda LADISA S.p.A., società affidataria del servizio mensa presso le nostre Scuole dell’infanzia e la Scuola primaria dell’I.C. “Gallo-Positano”, che ringrazio per aver donato le borracce che saranno distribuite in tutte le scuole in questi giorni».

«L’impegno dell’Amministrazione Comunale verso il raggiungimento dell’obiettivo è corale, perché quando parliamo di ambiente e riduzione dei rifiuti tutti i settori della Pubblica Amministrazione sono coinvolti – aggiunge l’Assessore all’Ambiente Annamaria Dalena. – Questa distribuzione segue quella già effettuata presso gli Uffici del nostro Comune e in Consiglio Comunale, resa possibile grazie alla NAVITA srl, che gestisce nel nostro territorio il servizio di raccolta dei rifiuti e igiene urbana».

«La scelta di partire dal nostro Comune, dai dipendenti e da noi amministratori, e dalle Scuole, non è casuale – spiega il Sindaco Domenico Nisi. – Si tratta di dare un esempio e di portarlo ai bambini e ai giovani, che rispetto alle tematiche ambientali stanno dimostrando grande consapevolezza e voglia di intraprendere stili di vita sostenibili. Sono loro i migliori ambasciatori per promuovere nelle famiglie comportamenti virtuosi. L’uso sconsiderato che negli anni si è fatto di contenitori in plastica ha determinato conseguenze disastrose per il pianeta e ognuno di noi è chiamato alla responsabilità di contribuire alla soluzione del problema. E possiamo farlo semplicemente ereditando quelle pratiche di riuso che sono appartenute ai nostri genitori e ai nostri nonni. Approfitto dell’occasione per ringraziare ancora la NAVITA srl e LADISA Spa per aver voluto contribuire al raggiungimento di questo obiettivo e chiaramente anche i miei Assessori per l’impegno profuso in tal senso – conclude il Sindaco. – Si tratta certamente di un fatto simbolico, ma che ci aiuta a intraprendere una campagna di sensibilizzazione che parte dagli Uffici Comunali per poi abbracciare tutte le Scuole».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA