Stampa
In: CRONACA

07 31solidarietadongianvitoNOCI (Bari) – Solidarietà e collaborazione. In un mondo, come quello zootecnico, che cresce e si nutre dell’amore verso la terra e gli animali, l’ostacolo di un incendio non potrà mai essere un problema a lungo termine. Soprattutto quando ciò avviene in piena estate e nell’entroterra delle murgie dove, a sostenere le aziende agricole in difficoltà, ne intervengone delle altre, capaci di superare invidia o qualsiasi forma di concorrenza.

Questo è quello che è accaduto a Masseria Don Gianvito, tragicamente colpita da un incendio devastante nei primi giorni del mese. Nella notte fra l’8 e il 9 luglio infatti accadeva qualcosa di sconcertante: le fiamme inghiottivano 1500 rotoballe e 30 capi di bestiame. Sembrava finita per l’azienda sita sulla provinciale 237 per Mottola, se non fosse che, proprio qualche giorno fa, nella giornata del 26 luglio, da Santeramo e Altamura sono giunti colleghi in aiuto, pronti a donare rotoballe in segno di solidarietà.

“Con un po' di collaborazione siamo riusciti a regalare un piccolo sorriso ai membri di questa azienda", hanno dichiarato alcuni giovani agricoltori postando la foto in allegato sulle pagine social. “Questo sta a dire che nella vita non c’è mai una fine se c’è collaborazione di tutti. #Insiemeperlavitadellaterra”. Una bella iniziativa quindi quella costruita a favore del sostentamento di Masseria Don Gianvito, che fa presagire tutti i segni di una ripresa.