Stampa
In: CRONACA

09 18tarabusino 1NOCI (Bari) - È accaduto in Piazza Garibaldi intorno alle 20 di questa sera e nei pressi della fontana ornamentale. Un esemplare di Tarabusino (Ixobrychus minutus), una specie di uccello migratore tutelato a livello nazionale, europeo ed internazionale, ha deciso di “atterrare” e di fare breccia nel cuore dei passanti.

Il volatile, migratorio e acquatico, molto probabilmente colto durante una breve sosta di riposo durante la migrazione dall’Africa subsahariana dove sverna, é stato ritrovato indifeso. Il pronto l'intervento della Polizia Municipale è servito a recuperare l'esemplare e a consegnarlo nelle mani del Centro per la Tutela e Recupero Fauna Selvatica di Bari e più specificatamente nella mani del sig. Monno.

Il Tarabusino, una specie appartenente alla famiglia degli Ardeidi di cui fanno parte le varie specie di Aironi, ora nelle mani degli organi competenti, potrà ritornare nel suo habitat naturale con il dolce ricordo di Noci e di chi, incuriosito e preoccupato, ha effettuato le dovute segnalazioni.

Lo stato di conservazione della specie è piuttosto stabile ma è ancora considerata “vulnerabile” dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN). Il Tarabusino, con il Tarabuso e con l’Airone guardabuoi, è presente nelle più importanti zone umide pugliesi, utilizzate come vere e proprie stazioni di servizio durante la migrazione oppure per rimanerci fino alla nuova migrazione verso l’Africa in autunno. In caso di pericolo, il Tarabusino si affida alle doti mimetiche del piumaggio restando immobile con il tronco eretto e il becco puntato verso l’alto.