Stampa
In: Notizie da Noci

carabinieri 22 nociNOCI (Bari) - Sono giorni concitati per i carabinieri della locale stazione, alle prese con numerosi controlli per prevenire eventuali furti e raggiri. A tal proposito provvidenziale si è rivelato l'intervento degli uomini dell'arma nell'evitare che una azienda nocese perdesse materiale per circa 20 mila euro.

I FATTI - L'azienda, che ha sede nella zona industriale, aveva  provveduto a fornire materiale d'arredo per attività ricettive a seguito di un ordine il cui pagamento si sarebbe effettuato al momento della consegna. A questo punto i presunti truffatori avrebbero pagato con un assegno di circa 20 mila euro che, in un secondo momento, è risultato essere proveniente da attività illecita. Di conseguenza i titolari  hanno subito provveduto ad effettuare denuncia. I controlli messi in atto dagli uomi dell'arma hanno interessato tutta la penisola e, grazie ai colleghi della Lombardia, è stato possibile rinvenire la merce all'interno di un camion parcheggiato in una zona periferica di una città lombarda. Posta sotto sequestro, la merce verrà restituita al legitto proprietario dopo aver ultimato tutte le verifiche di rito. 

DENUNCIA PER DROGA - Durante un controllo dedito alla repressione dello spaccio e dell'utilizzo di sostanze stupefacenti i carabinieri del comando di Noci hanno fermato in flagrante un giovane ventenne del luogo. Alla vista degli uomini dell'arma il ragazzo aveva assunto un comportamento sospetto tale da far scattare i controlli. Così facendo è stato possibile rinvenire all'interno della biancheria intima del soggetto ben 9 dosi di cocaina. Il ragazzo è stato subito denunciato in stato di libertà all'Autorità Giudiziaria, mentre è ancora in fase di accertamento la possibile provenienza della sostanza stupefacente. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA