Stampa
In: Notizie da Noci

11 28 iniziativadiVincenzoSansonetti1NOCI (Bari) – L’avvio della raccolta differenziata a Noci, lo scorso 18 settembre, ha messo in serie difficoltà alcuni cittadini, che pur di non differenziare i propri rifiuti, continuano a inquinare e deturpare il suolo pubblico.

Mentre sui social networks dilagano denunce nei confronti dei cittadini incivili, vi è una piccola realtà, che lentamente sta crescendo ed è attiva direttamente sul territorio.
Sono Vincenzo, Orazio, Teresa, Francesca e Angela i cinque cittadini nocesi, che su un’idea della giovanissima Angela, hanno scelto di darsi appuntamento, per la prima volta, lo scorso 25 novembre per ripulire alcune strade di Noci.
Amano fortemente la loro terra, non è un caso che i loro slogan siano vari, ma con messaggi ben precisi: “Pulito è bello” e “E’ la mia terra è la tua terra, rispettala”: è per questo che hanno preventivamente osservato e studiato quei territori che necessitavano di una pulizia diretta e armati di guanti e sacchi sono partiti dallo stadio comunale “De Luca Resta”, fino a giungere per oltre 3 km sulla ex strada comunale che collega Noci a Putignano. Durante la loro attività di volontariato e sensibilizzazione ci sono stati vari importanti incontri. Il primo accaduto in maniera del tutto fortuita con il Sindaco Nisi, che era occasionalmente in perlustrazione e che si è complimentato per l’attività resa al servizio della cittadinanza, il secondo, l’incontro con un cittadino, proprietario di un terreno, i cui confini sporgono direttamente sulla strada, che ha denunciato la sua “stanchezza” nel dover ripulire costantemente la sua proprietà dall’immondizia gettata dagli incivili e ha voluto ringraziare i volontari per il loro operato, con un omaggio.
11 28 iniziativadiVincenzoSansonetti2Quello che durante l’attività si è potuto riscontrare è non solo l’accumulo dell’immondizia, particolarmente presente in alcune zone, ma soprattutto il tipo di immondizia conferita ai lati della strada. Si è riscontrata un’ingente quantità di rifiuti gettati da cittadini, che frequentano quella strada per attività sportive; un altro tipo di rifiuto rilevato è il confezionamento di qualsiasi alimento che quasi sempre viene gettato fuori dal finestrino e infine tutte quei rifiuti che le famiglie assiduamente, non volendo differenziare, depositano per strada.
La volontà di questa neonata comunità è quella di proseguire le proprie attività sul territorio e accogliere chiunque volesse operare in tal senso, ma anche di sensibilizzare quei cittadini a un paese più pulito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA