Stampa
In: Notizie da Noci

12 23 slot machines

NOCI (Bari) - La ricerca condotta dal gruppo dell’Espresso in collaborazione con Gedi Quotidiani locali ha reso disponibili i dati riguardo il gioco d’azzardo sul territorio italiano. L’inchiesta “ L’Italia delle slot ” è focalizzata ad attestare il consumo medio e la virtuosità di un comune in merito a tale materia. I dati raccolti non sono dei piu confortanti, infatti il flusso medio delle giocate tende ad aumentare insieme anche alla media di spesa, con un conseguente rischio di incremento della ludopatia.

In Italia sono stati spesi oltre 95 miliardi di euro, la maggior parte dovuta all’utilizzo di slot machine e videolotterie (non la normale scommessa sportiva, attenzione), 95 miliardi di euro che fuoriescono dalle tasche degli italiani per andar a finire in qualche paradiso fiscale di queste società di scommesse, oramai sempre più furbe nell'avere sedi fisiche fuori dall’Italia in grado di aggirare il sistema fiscale locale, con enormi difficoltà da parte dello stato italiano nel contrastare il fenomeno, in quanto l’Europa e il mercato libero vanno a vantaggio di queste società.

Diversi milioni di euro escono ogni anno fuori dalla nostra provincia e si riversano nelle casse delle società di gioco d’azzardo, soldi eliminati dall’economia reale che aggravano ancora di più la situazione provinciale.

A Noci, il flusso di giocate si attesta nel 2016 intorno ai 14,09 milioni di euro: cifre da capogiro, per un numero totale di 125 apparecchi in città cioè 6,5 apparecchi ogni 1000 abitanti. Il totale delle giocate pro-capite annuale, sempre nel 2016, arriva pertanto a 733€. Da considerare è il fatto che il comune di Noci conta attualmente una popolazione di 19.211 abitanti con un reddito pro-capite pari a 14.600 €. Il risultato? Un comune poco virtuoso, con un'alta diffusione di slot e molte giocate.

L’inchiesta nella camera dei deputati: Il 15 dicembre, nella sala stampa della Camera dei deputati, a Palazzo Montecitorio, sono stati illustrati in anteprima tutti i dettagli dell’inchiesta alla presenza del sottosegretario del ministero dell’Economia con delega ai giochi, Pier Paolo Baretta, da tempo impegnato nel decreto di riordino del sistema gioco e con il direttore editoriale dei quotidiani locali, Roberto Bernabò. Adesso tocca davvero seguire l’evolversi della vicenda. Qui il link per scoprire il focus sul tuo comune de "L’ Italia delle slot": lab.gruppoespresso.it/finegil/2017/italia-delle-slot/ .