Stampa
In: Notizie da Noci

01 21 MessaSanSebastiano 4NOCI (Bari) - Lo scorso 20 gennaio, alle ore 19:00, presso la parrocchia Santissimo Nome di Gesù, Don  Maurizio Caldararo ha celebrato una Santa Messa in onore di San Sebastiano Martire, patrono del corpo dei Vigili Urbani. Presenti il primo cittadino Domenico Nisi, l’assessore Stefano Guagnano, il nuovo Comandante della Polizia Municipale, Giuseppe Ricci e diversi suoi colleghi. Hanno tenuto a presenziare anche esponenti di altre forze armate come carabinieri e Aeronautica Militare, oltre al Dott. Coladonato, presidente dell'Associazione "Vivi La Strada".

01 21 MessaSanSebastiano 10La sentita omelia di Don Maurizio Caldararo ha posto in evidenza il coraggio di San Sebastiano, che non si è vergognato della sua fede cristiana, ostentandola orgogliosamente, al pari della sua fede militare. Ne scaturisce un monito importante: la fede in Dio non è affatto incompatibile con qualsivoglia credo o missione sociale, anzi, rende meno gravoso l’assolvimento dei nostri quotidiani doveri. 

01 21 MessaSanSebastiano 7Al termine della celebrazione, Comandante Ricci, in carica dallo scorso 1 dicembre, ha tenuto a rivolgere alla cittadinanza e ai colleghi delle commosse parole su ciò che ha significato per lui questo incarico e sul particolare momento storico-sociale che il corpo della Polizia Municipale sta attraversando.
“Ho preso sin da subito questo nuovo incarico con umiltà e con un forte senso di responsabilità, e ringrazio l’Amministrazione che mi ha offerto questa grande opportunità. La mia squadra conta attualmente solo 9 persone, me compreso, ma non è il caso di allarmarsi o di lamentarsi per il particolare momento che ci troviamo ad attraversare. Già da marzo, potremo contare su nuove forze, dato che le procedure per le assunzioni si sono finalmente sbloccate. So di poter contare in questo senso anche sul supporto di un’Amministrazione Comunale consapevole di quanta necessità ci sia di rinforzare la squadra”- ha dichiarato Ricci, soffermandosi poi dettagliatamente su quelli che sono i compiti spettanti ad un agente della Polizia Municipale.

“Un vigile non è quello che scrive semplicemente le odiate multe: deve sedare controversie tra condomini, accorrere dove si sia verificato un sinistro stradale; essere presente nelle scuole per tenere lezioni di educazione civica, e tanto altro ancora. 01 21 MessaSanSebastiano 15Quindi, quando non vedete gli agenti per strada, non è perché son seduti al bar! Qualche volta sì, ma altre volte sono seriamente impegnati altrove! Un vigile deve essere sempre proteso all’ascolto, e anche nel momento in cui richiama all’ordine, deve farlo senza aggredire o ferire: solo così la controversia e l’astio iniziale possono trasformarsi in una stretta di mano!”

Ricci ha voluto approfittare della solenne occasione per il conferimento di nuovi gradi agli agenti della sua squadra, orgogliosi e grati di veder ricompensati anni di lavoro.
01 21 MessaSanSebastiano 6Anche l'assessore Guagnano ha avuto  parole di elogio e di orgoglio nei confronti della Municipale. Dopo di lui è intervenuto Antonio Coladonato, presidente dell’Associazione “Vivi la strada”.
Coladonato ha accennato ad un bel progetto di educazione civica e stradale che coinvolgerà i ragazzi degli istituti scolastici. Il suo intervento si è concluso con una bella sorpresa: una targa donata al Comando della Polizia Municipale di Noci.

01 21 MessaSanSebastiano 13A chiudere l'intensa serata è stato il sindaco Domenico Nisi, che ha rimarcato il concetto di diritti e doveri civici:"La figura del vigile urbano è invocata e acclamata solo quando si tratta di aiutare, ma quando si tratta di essere ammoniti e richiamati all'ordine per delle mancanze, allora ci si dimentica di loro, o peggio gli si inveisce contro. Oggi più che mai, in una società in cui tutti esigono i loro diritti ma nessuono vuole assumersi la responsabilità dei doveri, la vosrtra missione risulta importante!"-

Nei locali attigui alla Chiesa, si è tenuto un ricco buffet per festeggiare San Sebastiano e gli agenti che a lui quotidianamente si affidano nel compiere il loro dovere.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA