Stampa
In: Notizie da Noci

NOCI - Un totale di 11 furti e 5 tentativi di furto si è consumato dallo scorso 25 giugno: è questo il dato comunicato alla stampa locale dal primo cittadino Domenico Nisi questa mattina, in occasione della conferenza stampa di presentazione del progetto “Noci Città Intelligente”. Insieme alla comunicazione dei dati ufficiali, il sindaco ha invitato i cittadini a continuare a prestare attenzione, a denunciare gli illeciti e a non fornire informazioni false che alimentino allarmismi e panico.

“Neanche io dormo tranquillo”: così ha esordito il sindaco Domenico Nisi, rispondendo pubblicamente alle accuse lanciate via social che lo ritrarrebbero inerme difronte ai fatti che hanno destabilizzato la comunità nocese nel corso dell’ultimo mese. Proseguendo, ha smentito le voci secondo cui, nelle notti delle ultime settimane, vi sarebbe un succedersi continuo di furti in abitazione: secondo i dati ufficiali, le denunce pervenute alle Forze dell’Ordine sono di 4 furti e 1 tentativo nella notte del 25 giugno, di 6 furti e 4 tentativi nel periodo 17-19 luglio e 1 furto nella mattinata del 22 luglio. A dire di Nisi vi sarebbero due possibili spiegazioni alla differenza tra la percezione dei nocesi e i dati ufficiali: la prima sarebbe che i cittadini che subiscono quotidianamente furti o tentativi di furto non stiano denunciando questi crimini alle forze dell’ordine, la seconda che le “voci di piazza” confondano erroneamente qualsiasi accertamento da parte delle F.O. come rilevazione di un furto appena avvenuto, alimentando il senso di insicurezza e di allarme dell’intera comunità.

Per quanto riguarda il fenomeno delle “ronde” organizzate da privati cittadini, il sindaco ha espresso un parere positivo sulle intenzioni che le muovono, condividendo con loro il senso di insicurezza, ma ha evidenziato come risultino controproducenti: all’intero dispositivo di sicurezza sarebbero state, negli ultimi giorni, inviate segnalazioni riguardo situazioni innocue, impiegando le risorse dei Carabinieri per effettuare le opportune verifiche su cittadini assolutamente estranei a qualsiasi tipo di illecito. In aggiunta, sono stati effettuati controlli sugli stessi cittadini che stanno compiendo le “ronde” di sorveglianza: risulta sospetta qualsivoglia automobile che perlustri il comune nel cuore della notte.

Inoltre, ha invitato i cittadini ad essere vigili, a continuare a collaborare con le autorità competenti tramite le segnalazioni e allo stesso tempo a non allarmare inutilmente la comunità facendo circolare notizie non verificate. Ha precisato, infine, che quello dell'ondata di furti in abitazione sia un fenomeno complesso, comune a tutto il territorio limitrofo, per cui le forze dell’ordine (aumentate in numero grazie al concerto con la prefettura) lavorano ininterrottamente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA