Stampa
In: Notizie da Noci

NOCI - Sono cominciati questa mattina, sabato 9 gennaio, i lavori di demolizione dell'ex mercato coperto. Come annunciato dal Sindaco Domenico Nisi, con un post su Facebook, sul sito sorgeranno alloggi di edilizia convenzionata, alloggi per fasce deboli della popolazione, parcheggi e spazi pubblici. Un'opera che vede finalmente l'avvio, dopo più di 16 anni dal primo annuncio di intervento, nata con l'obiettivo di offrire alle giovani coppie di nocesi case a prezzi inferiori del 20-30% rispetto a quelli di mercato.

La storia del progetto
Sono trascorsi ben 6127 giorni dal 1 aprile 2004, data in cui l'allora amministrazione Liuzzi decise di candidare i quartieri del centro storico e di San Domenico al bando nazionale CDQII (Contratti Di Quartiere II).
Beneficiario di un finanziamento di 5 milioni di euro ministeriali, grazie all'intervento dei privati che avrebbero dovuto investire altri 10 milioni di euro, il progetto prevedeva la realizzazione di ben 9 lavori di riqualificazione:

  1. Centro storico: recupero ambientale e sistemazione viaria;
  2. Sistemazione pedonale e arredo urbano di Piazza Garibaldi e via Moro;
  3. Teatro-Auditorium area ex-foro boario;
  4. N° 110 alloggi di edilizia convenzionata in 3 zone diverse (privati);
  5. N° 20 alloggi di edilizia sovvenzionata in zona Mercato coperto (privati);
  6. Sistemazione Largo Positano;
  7. Sistemazione di arredo urbano;
  8. Orto botanico su traversa Gianna Fornara;
  9. Verde attrezzato su via Castrignano e piccole zone adiacenti.

A distanza di più di 7 anni, il 30 ottobre 2011, il progetto venne presentato pubblicamente alla cittadinanza al Chiostro delle Clarisse. Protagonisti indiscussi dell'evento furono i lavori di restyling di Piazza Garibaldi e di via Aldo Moro (avviati poi il 16 aprile 2012 e terminati a fine maggio 2013) che furono finanziati con parte dei 5 milioni di euro ministeriali. Durante la serata venne menzionato per la prima volta anche l'intervento nell'area dell'ex mercato coperto: era prevista la costruzione di 32 alloggi di edilizia pubblica convenzionata e 27 alloggi di edilizia pubblica sovvenzionata; gli edifici si sarebbero affacciati su una piazza ("area mercantile") che avrebbe ospitato al piano terra esercizi commerciali e nel seminterrato un parcheggio pubblico con circa 200 posti auto.

Circa 30 giorni dopo quell'evento, il 27 novembre 2011, il PD nocese sollevò alcune perplessità in merito al progetto dei CDQII. Nello specifico, per quel che riguardava l'area dell'ex mercato coperto, i rappresentanti del PD (il cui capogruppo consiliare era l'attuale Sindaco Nisi) chiesero perchè non si fosse data priorità proprio ai lavori di edilizia convenzionata e sovvenzionata, vista la loro destinazione a fasce economicamente deboli della popolazione nocese.

Il 10 giugno 2013, cambiò l'amministrazione comunale: Nisi sindaco di Noci e Stanislao Morea (ex-assessore e vicesindaco della giunta Liuzzi II) diedero vita all'amministrazione di "larghe intese" fra centrosinistra e centrodestra per superare l'empasse dell'anatra zoppa decretata dalle elezioni di maggio 2013. Nonostante le ampie discussioni (degli anni precedenti e in sede di campagna elettorale) l'area dell'ex mercato coperto sembrò dimenticata dall'amministrazione comunale fino all'aprile del 2014, data in cui si conclusero i lavori di riqualificazione e pulitura del parcheggio comunale di via Pio XII (comunemente noto come campo rosa, diventato anni dopo anche area di sosta parzialmente dedicata ai residenti del centro storico). In quell'occasione vennero anche installati dei dissuasori in cemento che delimitavano il transito nella zona ex mercato coperto in previsione dell'abbattimento del complesso cementizio.

Da quel momento in poi l'intervento è finito nel dimenticatoio. Saltò pubblicamente fuori per l'ultima volta il 19 giugno 2018, durante il comizio elettorale in via Aldo Moro di Stanislao Morea e Marino Gentile a sostegno della nuova candidatura di Piero Liuzzi alla carica di Sindaco in vista del ballottaggio di pochi giorni dopo. In quell'occasione Gentile tirò fuori la questione abitativa nell'area dell'ex mercato coperto chiedendo spiegazioni a Nisi sullo stato dei lavori. "Liuzzi nel 2009 capì il bisogno casa reale dei nocesi" - disse. "All'ex mercato coperto bisognava costruirne altri. Noi gli avevamo dato questa possibilità. Dove sono questi alloggi?"

Oggi, a distanza di 16 anni e 9 mesi, finalmente, qualcosa è successo.