Stampa
In: Notizie da Noci

ForbesNOCI - Il nocese Donato Piangivino, classe 1995, è stato inserito dalla prestigiosa rivista Forbes tra i migliori 100 giovani under 30, futuri leader nei loro settori di competenza. Donato è l'ideatore di Fully Future Stop, la stazione di servizio innovativa che potrebbe rivoluzionare il settore.
Una bozza del progetto che ha in testa si può già ammirare all'ingresso di Gioia del Colle dove, il giovane nocese, gestisce la pompa di benzina targata Q8, precedentemente di proprietà del fratello e sua da qualche mese.

Donato, innanzitutto complimenti per questo risultato. Come ti senti?
"Sicuramente molto soddisfatto. È un grande onore per me rientrare in questa speciale lista di nominativi di persone di talento, con un'idea per il proprio futuro e per quello di tutti".

Ci spieghi meglio il tuo progetto?
"La mia idea è quella di rivoluzionare il concetto di stazione di servizio: sviluppare un nuovo modello architettonico sostenibile, che utilizzi prevalentemente energia proveniente da fonti rinnovabili e che possa essere vissuta a 360 gradi".

Cioè?
"Pensiamo a un'auto elettrica, che richiede qualche ora per essere ricaricata. Ecco, la mia idea è quella di fornire dei servizi che permettano di sfruttare a pieno quel tempo all'interno dell'area di sosta: servizi di ristorazione, spazi di co-working, sviluppo della mobilità sostenibile e tanto verde, magari anche sviluppato sopra la pensilina".

Esiste già qualcosa di simile?
"La nostra stazione di servizio all'ingresso di Gioia del Colle si avvicina a questo concetto. Con il tempo abbiamo installato due postazioni di ricarica per i veicoli elettrici e attivato una piccola attività di ristorazione (con cui adesso consegnamo a domicilio nel raggio di 15 km). In più, con l'amministrazione locale, stiamo cercando di dar vita a un progetto di mobilità sostenibile che si svilupperà attraverso un servizio di sharing di monopattini elettrici".

Quando ti è venuta in mente questa idea?
"Il progetto Fully- Future Stop lo avevo in mente da un po'. Diciamo che è ha preso una piega decisiva durante il lockdown, per poi svilupparsi a pieno dal mese di maggio 2020".

E adesso cosa ti riserverà il futuro?
"Sto lavorando per esportare la mia idea fuori dalla Puglia e realizzare la stazione di servizio che ho progettato in un'altra regione italiana. E una volta fatto questo passo, chissà... Spero di ripetermi in tante altre città".

Ed è quello che tutti gli auguriamo.