Stampa
In: Notizie da Noci

10-18-arresto-meleNOCI (Bari) - È in stato d'arresto presso la Casa Circondariale di Bari il pregiudicato Gianluca Mele, 35enne di Casamassima domiciliato a Noci. I carabinieri della stazione locale lo hanno tratto in arresto nella notte di martedì su ordine della Procura della Repubblica di Bari per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Gli uomini dell'Arma coordinati dal Lgt. Mar. Lorenzo Zaccaria che ha eseguito in prima persona l'arresto, e diretti dal Cap. Fabio Di Benedetto al comando della Compagnia di Gioia del Colle, avrebbero notato un via vai sospetto nei pressi del domicilio di Mele dal quale è scaturito un servizio di controllo mirato sulla persona. D'altronde il soggetto era già stato sottoposto a servizio speciale di pubblica sicurezza sino ad agosto scorso in quanto gravato da precedenti penali.

Avviata la perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto nelle disponibilità del 35enne 19 grammi di eroina, suddivisa in dosi, e 5 grammi di cocaina oltre a materiale per il taglio e confezionamento della droga. Le manette sono scattate quando i Carabinieri, estendendo il controllo al perimetro esterno dell'abitazione, nascosta sotto una grossa pietra adagiata sulla parete esterna di uno sgabuzzino, hanno trovato la droga.

Gianluca Mele inoltre ha a suo carico anche una denuncia a piede libero per detenzione di armi da fuoco giuntagli in esecuzione dell'operazione "Strike" condotta dai militari della stessa compagnia non più di 15 giorni fa in cui furono arrestate 14 persone capeggiate da Vincenzo Barbetta e affiliate al clan barese dei Palermiti, in netto contrasto con l'attività criminosa del clan rivale dei Di Cosola.

Dopo la convalida del suo arresto quindi, il 35enne Mele si ritrova in stato di detenzione in carcere in attesa dell'udienza del processo per direttissima fissata al 14 novembre prossimo.