Stampa
In: CULTURA

06 30antoniogramscipensierolucido

NOCI (Bari) – Un viaggio nelle resistenze antifasciste con a capo il grande timoniere Antonio Gramsci. Presso il chiostro delle clarisse, a partire dallo scorso 27 giugno, è stata allestita e promossa, grazie all’intercessione del PRC (Partito della rifondazione comunista) – sezione “Pietro Pace” di Noci, una mostra dal titolo “Gramsci, il pensiero lucido. L’uomo, le idee, la storia”.

La mostra, itinerante e allestita a 70 anni dalla morte di uno dei più conosciuti e studiati personaggi della resistenza antifascista, nasce da un’idea dell’Associazione Casa dei Popoli di Molfetta e contiene al suo interno ben 10 pannelli dedicati alla vita e alle azioni del protagonista. Si tratta di un progetto partito dalla consapevolezza verificata nella pratica quotidiana, della scarsa diffusione, ma soprattutto conoscenza, del pensiero gramsciano in Italia. Un’impresa che si prefigge l’ambizioso obiettivo di offrire un contributo alla conoscenza di Gramsci in quanto uomo politico, e pensatore.

Sono presenti in sala pannelli dedicati alla biografia di Gramsci, vissuto a cavallo tra Ottocento e inizi del Novecento. Una biografia che si concentra sulla salute, gli studi e la vita privata, la direzione dei giornali come l’Avanti! e altre tirature a stampo socialista e le sue produzioni letterarie e teatrali. Le sue partecipazioni all’Internazionale e la carcerazione vissuta in Regina Coeli e nel carcere della vicina Turi, a causa delle misure restrittive del regime fascista. Quindi la morte. Un principio di diffusione e avvicinamento della società al pensiero lucido gramsciano, troppo poco conosciuto ai più. La mostra resterà aperta fino al prossimo 4 luglio dalle ore 19.00 alle ore 22.00.