Stampa
In: Arte

05 23 TinTamNOCI - Una data importante quella dello scorso 21 maggio per il Festival artistico-culturale “Esseri Urbani”. A partire dalle ore 18:30 infatti, presso la Villa Comunale, è stata presentata la prima delle opere attraverso cui “Esseri Urbani” intende seminare sul territorio i principi di arte, bellezza, inclusività e sostenibilità alla base del New European Bauhaus, tra i cui vincitori il progetto made in Italy è riuscito a classificarsi durante la scorsa edizione. Questo evento (così come lo saranno i successivi "Side Events" nell'ambito di Esseri Urbani) è stato organizzato grazie all'impegno dell'Associazione "AgriCultura" 

L’opera presentata si intitola “TIN TAM”, realizzata dagli architetti di Gruppo Zum, Tommaso Marenaci e Roberto Fioretti. Alla presentazione dell’opera, donata al Comune di Noci, è seguito un ricco programma che ha previsto una lezione di Hatha yoga, a cura di Ippolita Buttiglione, un massaggio sonoro con campane tibetane a cura di Anna Taddonio e degustazione di tè e tisane offerte da Edi Food bar. Ma vi racconteremo tutto in dettaglio nelle righe successive del nostro articolo.

05 23 Side eventVi avevamo anticipato che “TIN TAM” (come lo stesso nome suggerisce) sarebbe stata un’opera non solo visiva, ma anche e soprattutto sonora. Si tratta infatti di una installazione sospesa, realizzata con tubi in metallo, alcuni dei quali riempiti con del materiale che produce rumore nel momento in cui il vento accarezza questi singolari sonagli che ricordano un po’ gli “acchiappasogni”. Nel corso dell’attività laboratoriale svoltasi nei giorni scorsi presso il Chiostro delle Clarisse, i tubi metallici sono stati tutti pazientemente decorati dai ragazzi (in totale 80) di quattro classi degli Istituti Comprensivi nocesi “Gallo-Positano” e “Pascoli-Cappuccini”.
Gli artisti Tommaso Marenaci e Roberto Fioretti hanno voluto, proprio sulla base del principio di inclusività, che a collaborare alla realizzazione fossero i ragazzi, con la loro sensibilità, fantasia e profondità. Molto più che semplici tubi decorati a caso: potrebbero anzi essere definiti delle vere e proprie pergamene che raccontano delle storie. Non a caso, molte di esse si riferiscono ai due difficili anni di pandemia, che sulle spalle dei giovanissimi hanno evidentemente pesato di più. Oltre ai due architetti di Gruppo Zum, erano presenti la direttrice artistica Angela Conte, Il sindaco Domenico Nisi e l’Assessora alla Cultura Angelica Intini. Significative le parole del primo cittadino.

05 23 installazione villa“Alcuni giorni fa è stata vandalizzata una delle bibliocabine installate sul territorio e io, invece che sprecare insulti o cattiverie, ho preferito invitare gli autori del gesto a fare qualcosa di utile per la comunità, come occuparsi delle aree che richiederebbero manutenzione. Alle luce di quanto accaduto con le bibliocabine, qualcuno suggeriva di proteggere in qualche modo l’opera che potrebbe prestarsi facilmente all’attacco dei vandali” - ha esordito Nisi, precisando poi che: “Non installeremo nessuna telecamera, perché vogliamo incentivare quel senso di responsabilità che dovrebbe portare a prendersi cura di un bene comune. Per quante volte i vandali potrebbero assaltare, altrettante noi ricostruiremo. Non va dimenticato che quest’opera racchiude il lavoro, l’impegno e la passione dei nostri ragazzi e dovrebbe bastare ciò per essere responsabili!”
05 23 Hatha YogaCosa potrebbe sposarsi alla perfezione con la musicalità del tintinnio dell’opera accarezzata dal vento? Naturalmente quella assoluta pace interiore che pratiche come lo Yoga aiutano senza ombra di dubbio a  raggiungere.

05 23 Campane TibetaneAlle 19:00, l’esperta Ippolita Buttiglione ha curato perciò una lezione di Hatha Yoga comprensiva di saluto al sole, fonte di ogni energia benefica. Alle ore 20:00, per favorire ancor meglio il clima di relax e benessere spirituale, è stato possibile, mentre l’aria veniva riempita dal profumo degli incensi, degustare tè e tisane offerti da Edi Food Bar. E restando in termini di “carezze musicali” si è proseguito con il massaggio sonoro praticato attraverso le Campane Tibetane da Anna Taddonio, del centro Keyou ASD - attività per il Ben Essere di Putignano. L’ultimo step della serata ha riguardato l’intrattenimento musicale chill out

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA