Stampa
In: Educazione

10 19assembleauten6NOCI (Bari) - Dopo mesi di attesa finalmente anche l’Università della Terza Età di Noci ha ripreso le sue attività culturali. Lo scorso 15 ottobre infatti presso la Sala Convegni SS. Nome di Gesù si è tenuta l'assemblea generale di iniio anno, a cui ha fatto seguito il primo appuntamento letterario dell'anno organizzato con l'obiettivo di presentare «Destini “per caso”» della scrittrice putignanese Elisabetta Gonnella.

Nel corso dell’evento, che ha dato avvio al 14° anno accademico, in attesa dell’ufficiale inaugurazione prevista per il prossimo novembre con il Rettore dell’Università di Bari, il presidente dell’UTEN Cesareo Putignano ha accolto felicemente i soci intervenuti in assemblea, entusiasta di ricominciare il nuovo anno dopo i mesi di chiusura forzata legata al Covid-19.

Il presidente ha quindi presentato i corsi, i laboratori e le iniziative collaterali che caratterizzeranno il folto programma preparato per i prossimi mesi, e che prevede - accanto alle ormai consuete attività didattiche, che spaziano dall’educazione civica alla medicina, dalle arti teatrali all’insegnamento delle lingue straniere - alcune accattivanti proposte come la partecipazione ad alcuni spettacoli presso il Teatro Petruzzelli o la visita guidata presso Ravenna e Firenze, pronosticata per la prossima primavera, in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante.

10 19assembleauten4La ricorrenza del centenario della morte del “Sommo Poeta” e le relative celebrazioni segneranno in maniera significativa l’anno accademico dell’UTEN, così come sottolineato dal presidente dell’associazione. «Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza»:  questa la citazione dantesca scelta per intitolare l’intero programma associativo, il quale avrà come fulcro l’appuntamento settimanale della lecturae Dantis del Purgatorio e del Paradiso, in continuità con lo scorso anno. Attraverso la menzione dell’ultimo verso dell’Inferno, contenente parole di speranza, («e quindi uscimmo a riveder le stelle»), il presidente Putignano ha, poi, voluto evidenziare l’importanza e la gioia della ripresa delle iniziative culturali dell’associazione, che avverranno nel pieno rispetto delle norme anti-contagio, grazie anche alla disponibilità di luoghi inediti per lo svolgimento dei vari corsi, come ad esempio Casa Gabrieli o il Chiostro delle Clarisse.

10 19assembleauten5L’assemblea dei tesserati ha, inoltre, approvato all’unanimità il nuovo statuto, che non presenta modifiche sostanziali rispetto al precedente, ma la cui redazione si è resa necessaria per l’adeguamento dell’assetto organizzativo alle disposizioni della Riforma degli enti del 3° settore, nel cui elenco unico nazionale l’UTEN è regolarmente iscritta, come associazione di promozione sociale.

10 19assembleauten3La serata si è conclusa alla presenza della giornalista Elisabetta Gonnella, che ha presentato, intervistata da Michele Pettinato, la sua prima opera letteraria; un giallo che narra di una serie di femminicidi, in cui non manca però la trattazione di temi coinvolgenti come quello dell’amicizia e del dolore. Un «inno alla vita», è questa l’espressione utilizzata dall’autrice per definire il suo libro, nato «per caso» durante il lockdown e giunto alla pubblicazione sempre per cause fortuite; un racconto che si pone l’obiettivo di sollecitare le donne che subiscono violenze a non nascondersi e a denunciare, per «essere sé stesse». Un’indagine avvincente che parla moltissimo, sebbene indirettamente, della personalità, della storia e delle esperienze di vita dell’autrice, dall’attività contabile alla medicina legale. Un libro che con un linguaggio «semplice», così come ha concluso la Gonnella, vuole avere un’ampia diffusione tra il pubblico, al fine di raccontare non semplicemente storie di violenza, ma anzi evidenziare cosa di «bello possa nascere dai rapporti umani». Sorpresa finale con l’esibizione di Michele Pettinato che ha esordito come cantautore con due sue canzoni che hanno raccolto il vivo gradimento dei presenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA