Stampa
In: Educazione

03 02 EventoonlinerevengepornbodyshamingNOCI -CORPI DIGITALI dal body shaming al revenge porn”. È questo il titolo dell’incontro online organizzato dalla Commissione Parità e Pari Opportunità, in collaborazione con il Comune di Noci ed il Centro Antiviolenza Andromeda, in programma per il prossimo 15 marzo.

Quando si entra nel campo delle offese a mezzo digitale – dal pettegolezzo al dileggio fino al ricatto ed alla gogna mediatica – si sente spesso dire che tutto ciò è sempre esistito e che ora risulta solo “amplificato” dalla rete. È proprio così o si assiste piuttosto ad un cambio di passo radicale, soprattutto nei rapporti tra uomo e donna, ancora più evidente in tempo di pandemia?  “Siamo tutti lupi cattivi in una storia raccontata male”, ha dichiarato la dirigente scolastica condannata pochi giorni fa a 13 mesi di reclusione per aver costretto alle dimissioni una giovane docente vittima di revenge porn; noi, invece, questa storia vorremmo provare a raccontarla bene.
Di tutto questo si tratterà grazie alla presenza di alcuni ospiti che, con approcci differenti, ci aiuteranno a riflettere su un fenomeno che sempre più imperversa nelle nostre relazioni digitali: Silvia Semenzin, ricercatrice e docente in Sociologia Digitale presso le Università di Madrid e Amsterdam nonché attivista per i diritti digitali; Angela Lacitignola, coordinatrice del Centro Antiviolenza Andromeda; il Commissario Capo della Polizia locale di Monopoli Giovanni Rup, sociologo-criminologo; l’avvocato Katrin Daniela D'Onghia; Claudia Attimonelli, sociosemiologa e docente presso il dipartimento ForPsiCom dell’Università di Bari e autrice con Vincenzo Valentino Susca del volume “Pornocultura. Viaggio in fondo alla carne”, tradotto in diverse lingue.
Porterà i saluti per l’Amministrazione Comunale l’Assessore alla Socialità Marta Jerovante. Modera Mimma Palmisano, Presidente Commissione Parità e Pari Opportunità. L’incontro sarà trasmesso in diretta, a partire dalle 18:00, sulle pagine Facebook del Comune di Noci e della Commissione Parità e Pari Opportunità.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA