Stampa
In: Enogastronomia

03 29 Cuochiditalialasemifinale 1NOCI (Bari) - In ballo la finale nella puntata di “Cuochi D’Italia” andata in onda ieri sera su tv8. Per la conquista di questo traguardo, si sono sfidate quattro delle Regioni rimaste in gara. Nel primo round, testa a testa tra Veneto e Campania, con l’uscita dalla gara di quest’ultima. La seconda manche invece ha visto Angela Console stracciare l’avversario bolognese. Il giudice Cristiano Tomei: "Se in convento si mangia così mi faccio frate: Angela l’assaggio del tuo piatto e da equipararsi ad un’esperienza mistica!” Cresce dunque la suspance per la finale di questa sera.

03 29 Cuochiditalialasemifinale 4Niente da fare per lo sfidante Marco, che ha tentato di portare in finale l’Emilia Romagna con la sua cotoletta alla bolognese con contorno di patate al forno. A mandare letteralmente in estasi le papille gustative dei guidici, sono state le brasciole di cavallino con contorno di lampascioni fritti preparate da Angela. Per rendere più morbida la carne magra di cavallo e conferirle un gusto più completo, la chef ha usato una fettina di lardo.

03 29 Cuochiditalialasemifinale 10Sui lampascioni, che una volta fritti hanno acquistato la forma di bellissimi fuori dai petali croccanti, è stata spruzzata qualche goccia di vincotto di fichi. Un piatto che possedeva insomma tutte le carte in regola per l’ammissione alla finale. I giudici non hanno risparmiato i meritati complimenti.

“Angela io credo che a volte nella vita valga la pena di fare scelte coraggiose: perciò valuterei seriamente la possibilità di aprire un tuo ristorante. Sarebbe un grave peccato che piatti di questo livello restassero confinati tra le mura di un convento: tutti dovrebbero avere la possibilità di assaggiarli!” - ha affermato Gennaro Esposito.

Molto schietto anche Cristiano Tomei: “Angela assaggiare le tue brasciole è stata un’esperienza quasi mistica: l’equivalente di una chiamata del Signore. Se in convento si mangia così son disposto a farmi frate senza ripensamenti!”

03 29 Cuochiditalialasemifinale.jpg2Un gesto toccante e sportivo l'abbraccio tra Angela e lo sfidante Bolognese Andrea.

E pensare che la Console si era regalata questa esperienza con tanta umiltà, a cuor leggero. Nella semifinale di ieri sera abbiamo ritrovato una Angela più consapevole della sua bravura e sicuramente, prendere coscienza della proprie capacità aiuta a metterle in campo tutte e nel migliore dei modi. Di una cosa siamo sicuri: anche nella finale di stasera vedremo una Angela ce la metterà tutta e senza riserve. In otto edizioni di “Cuochi d’Italia”, la nostra Puglia non ha mai conseguito la vittoria: scopriremo questa sera se sarà finalmente arrivato anche il suo turno di salire sul podio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA