Stampa
In: Enogastronomia

07 14 FESTIVAL DELLA BIRRA ARTIGIANALE INTERVISTA 1NOCI (Bari) – E’ tutto pronto per accogliere il fermento della prima edizione del festival della birra a Noci, organizzato dalla birreria “Attenti al Luppolo" e intitolato “BIRRA G’NOSTRA – festival dei micro-birrifici e della cultura brassicola”.

Dal 19 al 21 luglio le strade del centro storico di Noci accoglieranno stand ricchi di birra artigianale, cibo e tanta buona musica. Per presentare al meglio lo scenario che ci attende abbiamo deciso di rivolgere alcune domande a Francesco Loperfido e Nicola Di Masi, organizzatori e promotori del festival.


07 14 FESTIVAL DELLA BIRRA ARTIGIANALE INTERVISTA 2Da dove nasce l’idea di creare un festival della birra artigianale? Avete avuto una fonte d’ispirazione per realizzarlo?

La nostra idea nasce dal Festival della Birra Artigianale che si tiene a Castellalto, un piccolo borgo in provincia di Teramo. La particolarità di questo festival è che si snoda lungo tutte le vie del centro storico, dove il turista trova punti di degustazione di birra, food così come tanta buona musica. Lì anche le cantine sono aperte e adibite, vi sono fino a 240 spine. La nostra realtà parte da circa 45 e mira a crescere sempre più.
Il motivo che ci ha spinto a idearlo e realizzarlo è quello di poter proporre un prodotto adatto a tutti, sia al neofita curioso, ma anche alla gente esperta del settore.


Noci è per definizione città dell’enogastronomia: credete che la cultura brassicola sia presente sul nostro territorio? Che tipo di riscontro vi attendete?

Dall’apertura della nostra attività, son passati quattro anni: abbiamo notato piacevolmente una progressiva crescita della cultura brassicola. Ci impegniamo a far conoscere alla gente questo nuovo mondo e tanti rispondono molto positivamente. Non ha ovviamente i livelli del nord o centro Italia, ma siamo fiduciosi nella crescita del bacino d’utenza. Il nostro obiettivo è quello di avvicinare la realtà dei microbirrifici, che utilizzano prodotti a km 0, fanno scelte eco direttamente ai consumatori.
Le aspettative sono buone, è il primo anno con un prodotto assolutamente innovativo.

Su quali vie si snoderà principalmente e quanti stand sono previsti?

Il luogo in cui si terrà l’intero evento sarà il centro storico. Ci saranno otto stand per degustare la birra proveniente da nove micro birrifici, tre stand per il cibo e infine due postazioni musicali dove si darà spazio alla musica folk, reggae, rock e molti altri generi. La prima via interessata sarà via Porta Barsento, per poi proseguire su via Campanile, via Sant’Agostino e si continuerà per Largo Torre terminando presso Largo Rotolo.
Qui ci saranno marcatini dell’artigianato, oltre gli stand alimentari, un piccolo corso sul riciclaggio organizzato da Navita srl il 19 e 20 luglio e infine un’innovativa postazione riservata al lavaggio in autonomia del proprio bicchiere.

Dal punto di vista logistico: come è stato pensato? Tickets & Raccolta differenziata.

Lungo tutto il percorso degustativo del festival saranno presenti alcuni punti di raccolta, organizzati dall’azienda Navita, per depositare i propri rifiuti appositamente differenziati. Il partecipante potrà acquistare i tickets, con i quali procedere alla degustazione, nei due stand presenti in via Porta Barsento, dove vi sarà anche un centro informazioni e a Largo Torre.
Il festival è soprattutto ecosostenibile. In virtù di tale scelta, congiuntamente ai ticket si acquisterà il bicchiere, rigorosamente in eco-plastica, con la propria sacca porta bicchiere.
L’evento si inserisce nell’ambito del cartellone estivo “Noci Estate 2019- Noci Città delle Arti e della Cultura” ed è patrocinato dal Comune di Noci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA