Stampa
In: Sagre

11 11felllifeproponesagraNOCI (Bari) – Anche l’associazione di promozione sociale Feel Life, all’indomani della notizia della non organizzazione di Bacco nelle Gnostre per l’anno 2018, fa sentire la propria voce per proporre al Comune di Noci una nuova sagra “dalla paternità tutta nocese” e che possa rappresentare una valida alternativa per il territorio. Lo fa inviando una nota in redazione, attraverso la quale si evince la disponibilità di dare mandato al Sig. Alessandro Piepoli della Exclusive Agency (per quanto gli compete “gratuitamente” – spettanza collaboratori) ad impegnarsi per tale finalità."

"L’idea" - si evince dalla nota - "nasce dopo aver preso atto dai media e dalle comunicazioni del Sindaco di Noci della mancata organizzazione della storica e consolidata manifestazione di Bacco nelle Gnostre 2018, e del malcontento registrato tra le organizzazioni di categoria e gli operatori commerciali che per l’occasione avevano predisposto la propria organizzazione con i relativi investimenti del caso".

L’alternativa dunque che l’associazione avrebbe proposto per mezzo pec al Comune di Noci consisterebbe "nell’organizzare un evento alternativo avente finalità e modalità simili ma non uguali alla tradizionale sagra che potrebbe riversarsi in un progetto sagra e promozione del territorio o in un progetto "mercatini di natale".

Una volta acquisto il parere favorevole dell’Amministrazione Comunale di Noci, l’associazione vorrebbe quindi provvedere "a convocare una conferenza di servizi per l’organizzazione complessiva dell’evento e la ripartizione degli incarichi e delle competenze, compresa l’elaborazione per il piano di sicurezza". Sempre secondo quanto riportato nella nota si evince anche che l’associazione avrebbe già concluso una fase esplorativa informale in cui avrebbe già registrato interesse a costituire un partenariato operativo da realtà come Ass. Artisti Italiani – Roma, Ass. Assoleader (Associazione Nazionale del GAL), Agenzie di eventi che operano sul tutto il territorio nazionale da oltre trent'anni, alcuni operatori locali e metronotte 2s con guardie certificate.

“Il nostro intervento” commenta Piepoli sempre nella nota fatta recapitare in redazione, “non ha fini politici pertanto siamo aperti a ogni tipo di confronto costruttivo anche con L'ass. Formiche di Puglia già attiva sul ns. territorio e altre Associazioni di Noci che naturalmente vogliono collaborare in piena trasparenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA