Stampa
In: Fede

05 25 intini papa francescoNOCI (Bari) - S.E.R. Mons. Giovanni Intini, vescovo di Tricarico ed originario di Noci, durante l'assemblea generale della Conferenza episcopale italiana ha incontrato di persona Papa Francesco. A darne notizia è la pagina Parrocchia cattedrale Tricarico MT che pubblica anche la foto (a sinistra) che ritrare mons. Intini e il Santo Padre.

I vescovi diocesani riuniti in assemblea hanno eletto la terna dei candidati alla successione del cardinale Angelo Bagnasco, dopo le dimissioni per raggiunti limiti di età. I nomi scelti sono stati il cardinale di Perugia Gualtiero Bassetti, monsignor Francesco Giulio Brambilla, vescovo di Novara e il cardinale Francesco Montenegro, vescovo di Agrigento. Fra questi, ieri, Papa Francesco ha scelto il cardinale Gualtiero Bassetti, cardinale di Perugia, quale nuovo presidente della Cei.

Mons. Gualtiero Bassetti nasce il 7 aprile 1942 a Popolano di Marradi, in provincia di Firenze ma nella diocesi di Faenza-Modigliana. È il primo di tre figli e viene alla luce nel comune che ha dato i natali al poeta Dino Campana. Due suoi cugini sono sacerdoti, don Giuseppe e don Luca Bassetti. Dopo aver trascorso l'infanzia a Fantino, nell'arcidiocesi di Firenze, nel 1956 entra nel Seminario di Firenze. Il 29 giugno 1966 viene ordinato presbitero nel duomo di Santa Maria del Fiore dal cardinale Ermenegildo Florit. Inviato come vice parroco nella comunità di San Salvi, nel 1968 è chiamato in Seminario come assistente al Minore e responsabile della pastorale vocazionale. Nel 1972 viene nominato rettore del Seminario Minore. Nel 1979 il cardinale Giovanni Benelli gli affida l'incarico di rettore del Seminario Maggiore, a soli 37 anni. Nel 1990 il cardinale Silvano Piovanelli lo nomina suo pro-vicario e nel 1992 lo chiama a diventare vicario generale dell'arcidiocesi di Firenze. Il 3 luglio 1994 papa Giovanni Paolo II lo elegge vescovo di Massa Marittima-Piombino. Viene ordinato vescovo l'8 settembre dal cardinale Piovanelli nella basilica di San Lorenzo a Firenze. Il 21 novembre 1998 viene eletto vescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro. Dalla Gmg di Roma in poi, la vicinanza ai giovani sarà una costante del suo episcopato. Promosso da Benedetto XVI alla sede metropolitana di Perugia-Città della Pieve il 16 luglio 2009, fa il suo ingresso in diocesi il 4 ottobre dello stesso anno.