Stampa
In: Fede

12 25 presepinellechiese2017NOCI (Bari) – Il presepe è l’emblematica rappresentazione della venuta di Gesù e la Chiesa, che ogni anno si ritrova a festeggiare la Sua nascita, vuole trasmettere all’intera comunità messaggi di pace e amore, valori ad oggi fortemente in crisi.

Ecco perché ogni parrocchia di Noci regala ai propri fedeli l’emozione di un presepe e di un messaggio a esso associato, nonché un momento di riflessione.
12 25 presepinellechiese20172Chiesa del Santissimo Nome di Gesù: il presepe che sa di universalità. La semplicità della natività posta al centro dell’intero presepe assume un valore generale dal momento che quest’ultima viene amplificata dalla rappresentazione del volto di un uomo e di una donna, i quali a loro volta contengono i volti dell’umanità.
A dare maggior significato, l’inscrizione presente alle spalle “Il TUO volto noi cerchiamo, camminando sulla TERRA. Ogni UOMO che incontriamo ti somiglia, o SIGNORE. “
Ne vien fuori un messaggio chiaro: Gesù nasce e rinasce tra gli uomini e per gli uomini.

 

 

 

12 25 presepinellechiese20171

Chiesa Maria Santissima della Natività: è il presepe del popolo. Gesù nasce nel cuore dei Paesi, dove si esplica al massimo l’animo di un popolo. Qui la natività nasce nelle case diroccate e alla presenza di figuranti che rappresentano a pieno i costumi e la tradizione del nostro paese.
Il presepe è stato realizzato dal gruppo Scout Noci 1 e dagli Amici del Presepe. (foto a sx)
Chiesa di San Domenico: è il presepe dei valori. La nascita e la rinascita è ciò a cui ogni fedele, nel giorno di Natale, vuole giungere. Per compiere questo percorso, ogni uomo non deve dimenticare di portare con sé alcuni valori imprescindibili, che arricchiscono il proprio sentiero: Perdono, Cammino, Famiglia, Amore, Gioia, Fedeltà, Coraggio e Pazienza. Solo dopo essersi arricchito lungo la strada di questi valori, l’uomo sarà in grado di giungere a Gesù. Anche in questo caso, il messaggio si rafforza con la scritta posta in alto: “Fermiamoci davanti al bambino di Betlemme e lasciamo che la tenerezza di Dio riscaldi i nostri cuori” (foto principale)