Stampa
In: Fede

11 24Santacecilia6NOCI (Bari) - Lo scorso 22 novembre, nel giorno dedicato dalla Chiesa a Santa Cecilia, Patrona della Musica, la banda cittadina “Santa Cecilia- G.Sgobba” ha aperto i festeggiamenti in suo onore percorrendo ed inondando di musica le vie del paese. Alle 18:30 solenne celebrazione religiosa presieduta da Don Maurizio Caldarano, presso la parrocchia Ss. Nome di Gesù e a seguire concerto della banda cittadina con la partecipazione del “Piccolo coro di voci bianche” della Parrocchia.

 “Anche chi sa di non essere particolarmente intonato, nei momenti più importanti della vita canta. E’ il cuore che trasforma il suono in canto e il canto in arte capace di emozionare e di far vibrare le corde dell’anima. Cantate ogni giorno il vostro “Magnificat”, il vostro ringraziamento per tutto ciò di cui godete, come Maria Ss.ma e come Santa Cecilia. Cantate quando siete felici, quando vi torna in mente un ricordo che vi emoziona, e anche quando siete tristi per trasformare la malinconia in gioia”- ha detto Don Maurizio Caldarano, sottolineando nella sua omelia l’importanza che la musica assume quotidianamente nella nostra vita ed in virtù della quale, ci avvicina maggiormente a Dio. Proprio per demarcare la funzione aggregativa che la musica dovrebbe sempre avere, Don Maurizio ha citato una bella frase del noto musicista Ezio Bosso: “La musica è come la vita: si può farla unicamente insieme”

11 24Santacecilia copy copyA fine celebrazione, prima che avesse inizio il concerto della banda cittadina, su richiesta del direttore Giacomo Lasaracina, i musicisti ed i loro strumenti hanno ricevuto una particolare benedizione. Il momento musicale si è articolato in due parti: una più “laica” e strettamente musicale, e l’altra “religiosa” con la partecipazione del “Piccolo coro di voci bianche” della Parrocchia. La parte strumentale ha presisto l’esecuzione di brani come “La porta di Kiev” (Musorgsky); “Czardas” di Monti (clarinetto solista Francesco Delfine); “Memory” di Rob Ares (Tromba solista Vittorio D’Onghia) e tre noti brani del maestro Ennio Morricone: “Gabriel’s oboe”(oboe solista Rocco Fauzzi) “Giù la testa” e “Nuovo Cinema Paradiso”. A concludere la parte strumentale è stato il brano “Pacem in terris” di Mons. Marco Frisina, già colonna sonora di un film dedicato alla vita di Papa Giovanni XXIII.

11 24Santacecilia copy copy copy copy copy copy copyLa parte prettamente religiosa, con i noti brani “Canto a te Maria”, “Dell’aurora tu sorgi più bella”e “L’ala di riserva”, ha visto la partecipazione delle voci angeliche dei bimbi del “piccolo coro di voci bianche” della parrocchia, e dello stesso Don Maurizio Caldarano come “special guest”.