Stampa
In: Fede

05 03 madonna della croceNOCI (Bari) - Proseguono gli appuntamenti a distanza per questa festa di maggio così strana e così al tempo stesso unica. Una festa di maggio che proviene da lontano. La fondazione della cappella originale della Madonna della Croce risale al 1483 per mano di Pasquale Giannotta, sua moglie Cecca de Nigris e Angiolo Gusmano e fu dedicata alla Santa Croce.

In seguito è cresciuto il culto per l'effigie mariana della Madonna della Croce fino ad essere annoverata fra i sette santuari "maggiormente venerate della Peucezia", come ritiene lo storico Pasquale Gentile in una intervista rilasciata al nostro giornale nel 2015.

Per approfondire: Maria Ss. della Croce, Pasquale Gentile racconta le origini della devozione nocese

Quest'anno, a causa dell'emergenza coronavirus e dello stop alle messe, la festa civile e liturgica è stata completamente modificata. Nessuna illuminazione, nessuna processione, nessun fuoco pirotecnico. La tecnologia, però, corre in soccorso della festa liturgica e così questa sera, alle 19:00, si terrà la Santa Messa zonale, presieduta dal Vescovo, Giuseppe Favale, trasmessa in diretta su Canale7 (al canale 74 del digitale terrestre) ed anche sulla pagina social della Chiesa Maria SS della Natività di Noci. Una festa più intima, meno esteriore, pur sempre festa.