Stampa
In: Fede

12 30cercasibabbinataleregaliNOCI (Bari) - La gioia di ricevere e scartare un dono il giorno di Natale è stata vissuta anche dai bambini delle famiglie più bisognose della Chiesa Madre. All’esperienza “Cercasi Babbi Natale”, promossa dalla Caritas parrocchiale nello scorso novembre, hanno aderito 95 donatori. I “Babbi Natale” partecipanti, tra membri della comunità, cittadini di Noci ed anche nocesi residenti altrove, hanno acquistato e donato 85 regali.


12 30cercasibabbinataleL’iniziativa solidale ha consentito a 60 bambini di ricevere i doni che loro stessi avevano richiesto a “Babbo Natale” tramite la consueta letterina consegnata alla Parrocchia. I donatori hanno, dunque, «adottato» i membri più piccoli delle famiglie in difficoltà, offrendo loro la possibilità di vivere un Natale più simile a quello dei loro coetanei.

Tale esperienza di “adozione” e dono si aggiunge all’operato quotidiano e silenzioso che l’intera comunità della Chiesa Madre, grazie al lavoro del gruppo della pastorale della carità, attua instancabilmente. La Caritas parrocchiale accompagna abitualmente un numero sempre crescente di famiglie in condizioni di povertà, attraverso la raccolta e distribuzione dei viveri a cui si aggiunge un’attività di ascolto dei singoli bisognosi e una di osservazione e animazione.

Al termine dell’iniziativa don Stefano Mazzarisi, parroco della Chiesa Madre, ha manifestato la propria gratitudine per i “Babbi Natale” e per gli operatori della pastorale della carità, facendo riecheggiare la “gioia” tanto dei bambini beneficiari quanto anche di coloro che si sono lasciati coinvolgere donando. «Una rete di mani tese», dichiara don Stefano, che non solo ha consentito la buona riuscita di questa esperienza di solidarietà nel periodo natalizio, ma che rappresenta una «garanzia» per le future proposte caritative della comunità, tra cui quella della “Bottega solidale”, che sta già prendendo forma e che sarà inaugurata nei prossimi mesi.