Stampa
In: Libri

02 26 monsignorsavinoelapresentazionedispiritualitàepolitica1NOCI (Bari) – Interpretare e comprendere a fondo le parole espresse da Monsignor Savino è stata una vera sfida con sé stessi, nel sesto incontro del ciclo “Incontri in libreria”, organizzato dal Mondadori Point e dall’associazione Vivere d’arte Eventi.

Nonostante la pioggia e l’attesa della neve, il pubblico nocese domenica 25 febbraio ha riempito calorosamente il Chiostro di San Domenico per accogliere e ascoltare Monsignor Francesco Savino, autore del libro “Spiritualità e Politica”. Ad una settimana di distanza dal voto, gli insegnamenti proferiti durante la presentazione letteraria hanno assunto a chiare lettere le sembianze di una lectio magistralis; hanno scosso anche gli animi più forti, dai partitici agli apartitici, dagli atei ai credenti.

02 26 monsignorfavinopresentaspiritualitàepoliticaDopo una breve presentazione (ad opera dell’artista Vittorino Curci) delle tre figure politiche Aldo Moro, Giorgio La Pira e Giuseppe Dossetti, raccontate e analizzate nel libro di Monsignor Savino, si è subito passati ad una profonda discussione del rapporto tra politica e spiritualità. “La spiritualità e la politica devono nutrirsi a vicenda”- ha commentato Savino, perchè trovano nella storia greca ma anche nei tempi più recenti, le sue fondamenta.

Durante la serata si è evidenziato come il file rouge che lega questi tre personaggi storici sia la loro capacità di unire il mondo della politica, con le sue esigenze e i suoi doveri, all’esperienza della spiritualità, intesa da ognuno di loro in modo strettamente interiore.

Si narra infatti che Moro, la notte prima del suo sequestro, abbia letto “Il Dio crocifisso”, imparando e mettendo al servizio della vita politica, il senso di comunità, d’incontro anche tra ideologie completamente opposte. La Pira, invece, si fa portatore di speranza: non a caso in uno dei suoi interventi in consiglio comunale a Firenze, si esprime dicendo : “Io non sono fatto per la vita politica nel senso comune di questa parola: non amo le furbizie dei politici e i loro calcoli elettorali; amo la verità che è come la luce; la giustizia che è un aspetto essenziale dell'amore […].” La Pira personifica alcuni di quei elementi, che ridanno valore alla politica: il senso di rappresentanza, di dialogo e di bene comune.

Dossetti, di cui Monsignor Savino è fervido sostenitore, è infine il personaggio politico che incarna da un lato la parola di Dio, dall’altra crede fortemente che la politica sia un atto morale, fatto di principi morali ed etici. Monsignor Savino ha concluso la sua presentazione con due moniti fondamentali, rivolti ai cittadini, ai politici e ai presbiteri: “Alla fine non saremo giudicati se saremo credenti, ma se saremo stati, in vita, credibili” e “ Costituite alleanze feconde, sappiate osare l’Aurora.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA