Stampa
In: Musica

07 02vasco

NOCI (Bari) – Dal vivo oppure davanti alla televisione. Tutta Italia ieri sera, compresa Noci, ha voluto seguire il concerto del rocker di Zocca, il mitico Vasco Rossi che dal Parco Ferrari di Modena ha  festeggiato “alla grande” i suoi 40 anni d’attività. Un evento straordinario oltre che ben organizzato, che è riuscito a raccogliere in loco oltre 220 mila spettatori paganti, riuniti per “fare la storia”.

“Il locale è pieno; oggi è una grande festa”. Così ha commentato il komandate arrivando al Modena Park e rendendosi conto del numero di persone in sua attesa, numero che ha sicuramente superato tutti i record della storia dei concerti mondiali. E subito la prima nota d’introduzione a “Colpa d’Alfredo”, uno dei più grandi successi dei 40 anni del rocker, fra le più cantante dagli italiani.

07 02VascorossimodenaparkGrandi emozioni, massima sicurezza, tanta eccitazione anche in compagnia dei fuochi d’artificio finali che hanno chiuso il concerto senza che ancora una volta Vasco salutasse il suo pubblico. “Perché tanto ritorno” ha sempre commentato, e l’atteggiamento di ieri sera ha voluto fatto intendere questo: 40 anni e oltre. Emozionante l’omaggio a Massimo Riva, il chitarrista di Vasco Rossi nonché frontman della Steve Rogers Band, gruppo spalla del rocker di Zocca, morto nel 1999 dopo una crisi respiratoria causata da una iniezione di eroina.

Per chi non era fisicamente al Modena Park, sintonizzazione automatica su Rai1 dove il concerto è stato parzialmente trasmesso con la conduzione del programma televisivo, affidata a Paolo Bonolis. Mentre a Modena il concerto andava avanti spedito, infatti, nella versione televisiva (a causa del contratto stipulato con lo staff di Vasco Rossi) le canzoni sono state inframmezzate da lunghe interviste: una registrata, con lo stesso Vasco Rossi, altre in diretta con vari personaggi: da Milena Gabanelli a Marco Materazzi, dalla vera Silvia a Maddalena Corvaglia. Ma quel che più ha emozionato è stata la scaletta scelta per l’occasione, da tutti cantata senza pausa, fra un cambio di giubbotti e cappelli dello stesso Vasco, supportato sempre dalla sua mitica band.

Intro: Also sprach Zarathustra (Strauss)
Colpa d’Alfredo
Alibi
Blasco Rossi
Bollicine
Ogni volta
Anima fragile guest Gaetano Curreri al pianoforte: Jenny, Silvia, La nostra relazione
Splendida giornata
Ieri ho sgozzato mio figlio
Delusa Medley: Delusa, T’immagini, Mi piaci perchè, Gioca con me, Stasera!,
Sono ancora in coma, Rock’n’roll show
Ultimo domicilio conosciuto: guest Maurizio Solieri
Vivere una favola
Non mi va
Cosa vuoi da me
Siamo soli
Come nelle favole
Vivere
Sono innocente
Rewind
Liberi liberi
Interludio 2017, guest Andrea Braido
Acustico: Il tempo crea eroi, Una canzone per te, L’una per te, Ridere di te, Va bene va bene così, Senza parole
Stupendo
Gli spari sopra
Sballi ravvicinati del terzo tipo
C’è chi dice no
Un mondo migliore
I soliti
Sally
Un senso
Siamo solo noi
Vita spericolata
Albachiara

© RIPRODUZIONE RISERVATA