Stampa
In: Musica

02 5 TarantaFilBuenosAires 2 1NOCI (Bari) - La nostra concittadina Taranta Fil, cantautrice e compositrice conosciutissima non solo nell’ambito nocese, si trova in questi giorni a Buenos Aires, affiancata dal suo produttore Antonio Da Costa, per far conoscere in Argentina un po’ della cultura musicale pugliese, e per assorbire a sua volta quella locale. Ne è nato un abbraccio musicale intenso ed unico.

02 5 TarantaFilBuenosAires 1 1Vi siete mai soffermati a pensare a quanto abbiano in comune la musica popolare del Sud Italia e quella del Sud America? Sicuramente, oltre che da un’intensa passionalità, entrambe sono contraddistinte da ritmi colorati, allegri e trascinanti, che possono essere definiti “scaccia pensieri”. Quei ritmi che scatenano la voglia di muoversi, a cui il corpo obbedisce quasi in automatico. Certo, ci sono anche delle diversità, ma è risaputo che la melodia ha ragione di esistere anche in virtù della differenza di note. L’artista nocese Taranta Fil, assieme ad Antonio Da Costa, sta esibendosi in questi giorni nei locali più rinomati di Buenos Aires per deliziare il pubblico con l’abbraccio musicale tra queste due culture che poi tanto diverse non sono. Tra i brani che hanno riscosso maggior successo c’è l’ultimo singolo di Taranta Fil, dal titolo “Sunamme Catarì”, scritto in omaggio al grande Renzo Arbore, che la cantautrice ha affiancato anche in una performance nocese dell’Orchestra italiana a Noci nell’agosto del 2018. Apprezzatissimo anche il singolo “Playa” di Antonio Da Costa, registrato interamente a Cuba. Motori delle calienti serate argentine anche altri rispettivi successi dei due cantautori come “Core innamorato”, “Casa Mañana” ecc. A proposito del brano “Casa Mañana”, conosciuto in Argentina con il titolo di “Tequila boom boom”, ricordiamo che nel 1998 riscosse un grande successo non solo in Argentina ma in tutto il Sud America.Ha letteralmente emozionato il pubblico l’esecuzione del rinomato brano “Volver” di Estrella Morente e Alberto Iglesias, che Taranta Fil ha eseguito in uno spagnolo impeccabile, accompagnata dalla chitarra di Antonio Da Costa.

02 5 TarantaFilBuenosAires 4 1Il popolo argentino, allegro ed ospitale, è sempre stato desideroso di interfacciarsi con altre culture. Per questo, gli stage di danze popolari pugliesi tenuti da Taranta Fil hanno visto una partecipazione davvero massiccia. A farla da pardoni durante gli stage, tutti brani scritti da Taranta Fil in dialetto nocese (arrangiati da Antonio Da costa) come ad esempio "Arakne Gitano". Brani pregni nocesità che sono contenuti nell'album "Anima e vento", pubblicato nel 2015. Fiera ed orgogliosa di simili talenti, Noci è grata a chi come Taranta Fil diffonde con impegno e passione la cultura pugliese oltre i confini del nostro territori. Per il raggiungimento di questo scopo, la musica è notoriamente il mezzo migliore, quello più facilmente assimilabile. Alla nostra concittadina Fil, che in questi anni è cresciuta moltissimo professionalmente, oltre ad un sentito grazie, diciamo anche “Ad maiora! La tenacia, la passione e il sorriso non le mancano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA