Stampa
In: Musica

07 20 Vexations 31NOCI - Come anteprima del cartellone della XVI Rassegna di Concerti “Saverio Mercadante”, l’Associazione Aulos ha pensato di organizzare una maratona musicale e coreutica durata ben 21 ore. Dalle ore 23:00 dello scorso 18 luglio fino alle 20:00 del giorno successivo, presso il Chiostro delle Clarisse è stata ininterrottamente eseguita l’omonima opera “Vexations” , composta nel 1893 da Erik Satie. Si tratta del pezzo per pianoforte più lungo esistente, costituito da un unico motivo ripetuto per 840 volte. Pianisti si sono alternati interagendo con altri strumentisti, cantanti e ballerini, e mimi.
Il tutto si è ovviamente svolto nel più rigoroso rispetto delle normative anti Covid19

07 20 Vexations 9Il silenzio che ha regnato durante il lunghissimo periodo di lockdown è stato decisamente asfittico e opprimente! Non deve quindi meravigliare che quella a base di musica sia una delle “terapie” che i cittadini vogliano maggiormente intraprendere per ricominciare a sentirsi vivi, e per tenere alto il morale.

07 20 Vexations 21Come anteprima del programma in cartellone nell’ambito della XVI Rassegna di Concerti “Saverio Mercadante”, l’associazione Aulos ha pensato ad una originale e lunga maratona di musica dal vivo, durata la bellezza di 21 ore. La cornice è stata quella suggestiva del Chiostro delle Clarisse, che proprio in quanto ad architettura, offre un’acustica davvero ottima.
07 20 Vexations 28Pur nel più rigoroso rispetto delle norme anti Covid19 ancora vigenti, la formula adottata è stata quella della maratona aperta e libera, in cui ognuno ha potuto accedere alla sala e lasciarla in qualsiasi momento. A coloro che dopo cena hanno voluto proseguire la serata in modo rilassante e intelligente; ai nottambuli che incapaci di resistere a letto, hanno sentito la disperata esigenza di 07 20 Vexations 33camminare alla ricerca di un sogno subito prima dell’alba; ai coraggiosi mattinieri e a quelli abituati a essere a casa prima del tramonto: le porte sono state aperte a tutti. Ognuno ha potuto selezionare il ritaglio di tempo più consono. L’esecuzione dell’opera di Erik Satie è stata affidata a un parterre di ottimi pianisti, quali Benedetto Boccuzzi, Augusta Dall’Arche, Isabella Fortunato, Mara Andriola, Domenico Di Leo, Nancy Conforti, Mariangela Sorrenti, Francesca Azzone, Vincenzo Zoppi, Beniamino Gambino, Govinda Gari e Rebecca Ventrella. Le loro dita hanno instancabilmente e ininterrottamente accarezzato il pianoforte dalle ore 23:00 di sabato 18 luglio fino alle 20:00 della domenica successiva.

07 20 Vexations 51A coadiuvare la loro esibizione si sono susseguiti anche altri strumentisti. Non è stata però una maratona esclusivamente musicale: l’evento ha visto infatti alternarsi ballerini, mimi e cantanti che si sono dimostrati capaci di cavalcare egregiamente l’onda dell’improvvisazione.

07 20 Vexations 47 L’associazione Aulos ha voluto però che anche il pubblico fosse attivamente partecipe, e per questo motivo, all’ingresso del Chiostro è stato apposto il Vexations+papier, un registro su cui tanto i partecipanti quanto gli esecutori hanno potuto annotare impressioni, emozioni e soprattutto utili suggerimenti in merito all’organizzazione dei futuri spettacoli dal vivo.

07 20 Vexations 43Ci sono stati anche dei bellissimi disegni e intelligenti vignette. Qualcuno ha trovato poetico anche il rumore prodotto dalla carta delle caramelle offerte dal mimo. Anche quelle caramelle scartate parevano danzare a tempo di musica. Il “Vexatons+paiper” avrà però un futuro: diverrà infatti un librone rilegato che sarà donato alla Biblioteca Comunale. Al suo interno resteranno eternamente incastonate le emozioni che hanno segnato lo scandire di queste 21 ore di magia, in modo che ciascuno possa ripercorrerle come e quando creda. L’atmosfera che si è respirata è stata di bellezza, quella bellezza che rilassa allontanando ogni ansia e coinvolge totalmente dal punto di vista emozionale. Ma in quel clima di pace quasi surreale, si è respirato anche del coraggio: quello di ricominciare! L’imperativo? Un categorico: “Vietato fermarsi!” Del resto l’interminabile lockdown è stato foriero di fin troppa e triste stasi. La bravura e l’instancabilità degli artisti coinvolti, hanno rappresentato un bel messaggio di ripresa per una Noci che appare determinata a riappropriarsi, poco a poco, delle cose belle e importanti come la musica, l’arte e la cultura. A dirigere artisticamente l’evento, che l’Aulos ha organizzato in collaborazione con l’Amministrazione Comunale sono stati il Maestro Antonio Tinelli, Augusta Dall’Arche, Isabella Fortunato e Cosimo Sgobba. Vexations+ è stata dedicata alla memoria dell’amico e Maestro scomparso Gianni Lenoci. Il Sindaco Domenico Nisi, nel porgere i saluti finali assieme al Maestro Antonio Tinelli, si è detto entusiasta di una manifestazione a cui ha prestato il proprio consenso senza un istante di esitazione, convinto che bisognasse ripartire proprio dall’arte e dalla cultura. Non poteva mancare una bella foto di gruppo in cui brillano sorrisi di speranza e di voglia di fare. Nulla da aggiungere: ecco il risveglio della Noci che ci piace!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA