Stampa
In: Musica

11-04giuseppemarianiNOCI (Bari) -  "Sole a Catinelle", il nuovo film di Checco Zalone che da qualche giorno è proiettato sugli schermi cinematografici italiani con un successo strepitoso, deve parte della sua buona riuscita anche al lavoro di un giovane nocese. Stiamo parlando di Giuseppe Mariani, fonico e tecnico professionista del suono.

Giuseppe è proprietario dello studio di registrazione "Officina musicale" di Castellana Grotte; uno studio del tutto nuovo ed innovativo che permette, attraverso la nuova formula del "Bed&Rec", a professionisti e dilettanti di registrare il proprio disco in un contesto di lavoro abbinato alla vacanza. E' stato proprio qui che Luca Medici (in arte Checco Zalone), il regista del film Gennaro Nunziante, il tecnico montatore Pietro Morana, insieme al lavoro di Giuseppe Saponari, Giuseppe Mariani e gli arrangiamenti di Paolo Iannattone hanno dato vita alla colonna sonora del film "Sole a catinelle". Al concittadino Giuseppe Mariano abbiamo dunque rivolto qualche domanda per saperne di più.

Giuseppe, sappiamo che con la collaborazione di Giuseppe Saponari hai firmato la produzione della colonna sonora del nuovo film di Checco Zalone “Sole a Catinelle”. Officina Musicale è il vostro marchio. In cosa è consistito concretamente il tuo lavoro? Quanto tempo avete impiegato? "Partiamo col dire che io insieme a Giuseppe Saponari e Paolo Iannatone siamo proprietari dello studio di registrazione Officina Musicale sito a Castellana Grotte. Io personalmente insieme a Giuseppe, in quanto fonici, ci occupiamo della parte tecnica, ovvero della registrazione e della finalizzazione del prodotto che poi andrá in giro per cinema, radio, cd ecc. Tengo a precisarlo perchè non è sempre ovvio capire quello che faccio, molto spesso qualcuno crede che io faccia il dj o l'elettricista (non me ne vogliano gli elettricisti o i dj). Premesso ciò, il mio ruolo quindi nella produzione è stato quello di fonico o "sound engeneer" detto all'inglese. Mentre Paolo oltre ad essere il suo tastierista si è occupato degli arrangiamenti. I tempi, nostro malgrado, sono stati strettissimi come al solito ormai. Parliamo di un mese circa".

Che tipo di rapporto hai avuto (o hai tuttora) con Luca Medici in arte Checco Zalone? Come vi siete conosciuti? Come mai proprio la tua azienda è stata scelta per la registrazione delle musiche del film? "Il rapporto con Luca è nato all'incirca 4 anni fa, quando abbiamo lavorato alla produzione del film precedente (Che bella giornata). Nel frattempo i rapporti con lui si sono consolidati, difatti due anni fa lo abbiamo seguito nello spettacolo live durante il tour italiano "Resto umile world tour". Ormai abbiamo costruito un rapporto di amicizia intenso (cosa alla quale lui tiene moltissimo). Tutto ciò al di là della stima dal punto di vista professionale. In realtà io sono l'ultimo arrivato nella famiglia perchè Paolo Iannattone, che è il suo tastierista ed arrangiatore di fiducia, lavorava con lui sin dal 2006 ed è stato proprio lui ad indirizzarlo verso la nostra struttura e ad avviare questo legame lavorativo".

Che personalità ha dal vivo Luca Medici? È uguale al personaggio da lui creato comicamente? "Luca è una persona molto tranquilla e conduce una vita ben diversa dal suo personaggio. Naturalmente è un giocherellone".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA