Stampa
In: Storia locale

08 08Barsento Arte

Barsento come architettura religiosa e rurale da scoprire a passo d’uomo

NOCI (Bari) – Il recupero e la fruizione dei luoghi della memoria attraverso la rievocazione e la contestualizzazione dei suoni, dei profumi delle visioni dei mondi che tali spazi hanno abitato. In questo consiste Barsento Arte, il progetto lanciato dalla neonata associazione Luminares, per il prossimi 30 e 31 agosto presso la Chiesa di Barsento a Noci, in collaborazione con il patrocinio della Regione Puglia e del Comune di Noci e con la collaborazione della Cooperativa Serapia e di Legambiente.

La sfida è infatti quella di dare senso al luogo, inteso non più e non solo come mero spazio fisico, ma soprattutto come spazio relazionale e storico in cui affondano le nostre radici, uno spazio in cui si interagisce con il territorio con l’intento di individuare l’identità di una collettività e il senso dell’appartenenza ad una memoria, ad una radice. Occorre, allora rivivere il luogo nel senso antropologico del termine, cioè come spazio simbolico su cui si fonda l’identità, lo spirito e il sentimento della comunità, in opposizione a quello che l’etnologo e antropologo francese Marc Augè ha denominato nonluogo, cioè lo spazio anonimo (autostrade, stazioni, aeroporti, periferie urbane) in cui l’individuo perde la sua dimensione locale che specifica la sua identità e diviene sempre più povero, solo e decontestualizzato.

Come scrive Laura Marchetti nel suo testo ‘Ecologia Politica’: “le ierofanie primitive dell’acqua, delle cime, delle pietre, delle grotte che svolgevano una funzione protettiva per tutta la comunità, testimoniano una forza e conservano un fascino spirituale incredibile. Sono punti di contatto con la dimensione cosmica, con la religione della Natura” ed è per questa ragione che “i siti di culto popolare come Barsento costituiscono una trama di emergenze simboliche molto significativa” che va recuperata, con dedizione, in tutta la sua complessità e ricchezza.

 Ed è per questo quindi con il progetto Barsento Arte si vuole riproporre un itinerario musicale e culturale in questi luoghi della memoria, così che questi vengano riletti e rivissuti dallo spettatore che, grazie alla guida della bellezza, si cala nell’incanto del passato.

Di seguito il programma dell’intera manifestazione

PROGRAMMA
30 agosto – ore 21.00
Concerto Chiesa di Barsento
Giuseppe Mariani – elettronica
Vito M. Laforgia – viola da gamba Guests: Michele Rabbia – percussioni
Fabrizio Piepoli – canto
Fulvio Falzarano – Voce recitante
(presentazione del nuovo progetto discografico 2X con ospite uno dei più importanti percussionisti europei. E’ prevista anche una video registrazione all’interno della Chiesa di Barsento)
...
31 agosto – dalle ore 9.30
Escursione guidata lungo lo storico tratturo di Barsento e, a seguire, concerto al tramonto di musica classica con un quartetto d’archi
CONCORSO PITTORICO
“BARSENTO ARTE: LA STORIA LE RADICI IL PAESAGGIO” CONTEST FOTOGRAFICO (link al regolamento: https://goo.gl/c1j8dh )

08 08Barsento Arte Locandina

© RIPRODUZIONE RISERVATA