Stampa
In: Ricerche e studi

06 22museoarchivioNOCI (Bari) - Un cofanetto che racchiude due eleganti volumi è il primo frutto del Museo Archivio di Noci costituito, qualche anno addietro, presso il Palazzo della Corte grazie a finanziamenti comunitari. In esso sono inglobati il Museo diffuso San Domenico, comprendente alcune antiche chiese nocesi, e il Museo della Strada, le cui tabelle sono sparse per tutto il nostro centro storico.
I due volumi – “Noci... La storia per le strade. Territorio, Governo, Chiesa, Popolo” scritto da Pasquale Gentile e “Il Museo Archivio di Noci. Catalogo delle emergenze storico artistiche ed architettoniche del paesaggio agrario e del nucleo antico” compilato da Francesco Giacovelli – saranno presentati venerdì 28 giugno, alle ore 19, presso il Chiostro delle Clarisse.

06 22cop gentileLe due opere, interamente stampate a colori, sono introdotte dal sindaco Domenico Nisi con una breve nota sull’urgente necessità di identificarci nella comunità… alla ricoperta della condivisione dell’esperienza comunque impegnativa di abitare in uno stesso luogo.

Sull’essenza di un’identità batte il tasto, nella sua introduzione, Pasquale Gentile che di Noci riscrive e racconta la sua storia, la scandisce per le strade lì dove si è aggregata con il piacere di riviverla, non rivelando soltanto i ‘fatti’, ma ripristinando l’antico ambiente edificato dal popolo in un’epoca, in una circostanza… pago, anche, di sfrondare rami secchi, di demolire favole e leggende, di denunciare false pagine, di cancellare infondate bibliografie.

Una parte del lavoro di Francesco Giacovelli è presentato dal direttore del Gruppo Umanesimo della Pietra, Nico Blasi, il quale si sofferma sul ‘fenomeno masseria a Noci’ rielaborando le dinamiche evolutive del paesaggio agrario sottolineando l’introduzione del concetto di ‘policentricità territoriale’ che sottrae al centro urbano l’esclusiva capacità d’innescare e di ricondurre nel proprio ambito d’influenza le dinamiche inerenti alla continua trasformazione agraria e fondiaria dell’area rurale di pertinenza amministrativa.
«Il Museo Archivio di Noci – rimarca il consigliere Mariarosaria Lippolis, delegata a sovrintendere l’avvio e le attività del Museo – non poteva avere migliore esordio. Non per altro, ho voluto fortemente che ospite d’onore della serata fosse il direttore di Castel del Monte e del Museo Archeologico Nazionale di Altamura, la dott.ssa Elena Silvana Saponaro. Suo il 06 22cop giacovellicompito di spiegare la valenza culturale del Museo Archivio, attingendo al contenuto dei due predetti volumi».

Moderatrice della serata sarà la dott.ssa Cristina Ancona, del Gruppo Umanesimo della Pietra la quale, tra l’altro, dialogherà con gli autori. I saluti istituzionali saranno affidati al sindaco Domenico Nisi e alla consigliera Mariarosaria Lippolis.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA