Stampa
In: Ricerche e studi

09 23 Diego GentileNOCI - Giovedì 24 settembre, con inizio alle ore 18.45, presso il Chiostro delle Clarisse a Noci, è in programma il terzo appuntamento del ciclo di conversazioni storiche “Settembre in Santa Chiara”, organizzato dal Centro culturale “Giuseppe Albanese”, dal Comune e dalla Biblioteca comunale “Mons. A. Amatulli”. Titolo dell’incontro sarà “C’era una volta il partito: la politica a Noci nel secondo dopoguerra”.

Cenzo Bruno, opinionista e appassionato studioso di storia politica, dialogherà con Diego Gentile, veterano della politica nocese. Gentile – classe 1929 – ha vissuto la  politica militando nelle fila della Democrazia Cristiana. Ha rivestito numerosi incarichi, tra i quali quello di consigliere comunale di Noci negli anni Sessanta del secolo scorso.

Il 1° aprile 1967, quando Aldo Moro effettuò una visita ufficiale da Presidente del Consiglio dei Ministri, Diego Gentile ebbe l’onore e il piacere di accoglierlo nelle vesti di segretario cittadino della Democrazia Cristiana.

La conversazione sarà anche un’occasione per avviare e stimolare un percorso che ponga maggiore attenzione alle basi sociali della politica, ai protagonisti, per far emergere l’importanza della dimensione locale, per favorire la simbiosi tra società e politica, per capire le dinamiche e gli effetti, per agevolare la comprensione…

Alla manifestazione si accede esclusivamente su prenotazione. I pochissimi posti ancora disponibili possono essere prenotati telefonando alla Biblioteca comunale, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, al n. 0804977304.

I partecipanti, muniti di mascherina, per l’espletamento delle procedure anti Covid-19 sono invitati ad essere puntuali.

La manifestazione, sostenuta dalla Sereco di Noci, si avvale della collaborazione di Società di storia patria per la Puglia – Sezione sud-est barese di Conversano, Gruppo Umanesimo della Pietra di Martina Franca, I.I.S. Da Vinci-Agherbino di Noci-Putignano, associazioni “Terra Nucum” e Puglia Trek&Food di Noci.

Le procedure di prevenzione Covid-19 sono assicurate dal Gruppo di volontari di protezione civile “Il gabbiano”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA