Stampa
In: Ricerche e studi

11 04 valloneMARTINA FRANCA - Il notaio Arcangelo Rinaldi, presidente dell’Ufficio di Segreteria del Premio Umanesimo della Pietra per la Storia - Edizione 2021, ha effettuato lo spoglio delle schede inviate presso il suo studio dai componenti della Giuria Tecnica, composta da diciotto vincitori delle precedenti ventitré edizioni: Cosimo Damiano Fonseca, Angelo Massafra, Pasquale Corsi, Rosario Jurlaro, Giorgio Otranto, Clara Gelao, Cosimo D’Angela, Andreas Kiesewetter, Mario Spedicato, Gioia Bertelli, Vito Antonio Leuzzi, Hubert Houben, Pasquale Cordasco, Vittorio De Marco, Giuseppe Poli, Giuseppe Colucci, Ferdinando Mirizzi e Francesco Panarelli.

In seguito alla revisione dello Statuto del Premio, che ha rinunciato alla Giuria Popolare, quella Tecnica è stata integrata da sette soci del Gruppo Umanesimo della Pietra: Enza Aurisicchio, Luigi Basile, Pasquale Gentile, Walter Ivone, Giovanni Liuzzi, Cosimo Francesco Palmisano e Filippo Perretta.

Conteggiate le preferenze attribuite a diversi studiosi, il notaio Arcangelo Rinaldi ha dichiarato vincitore il professor Giancarlo Vallone, ordinario di Storia delle Istituzioni Politiche presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università del Salento.

Il premio consiste nella comunicazione ufficiale della scelta del vincitore individuato dalla Giuria Tecnica in una pubblica cerimonia, programmata per sabato 6 novembre p.v. alle ore 18:30 nella Sala Consiliare del Palazzo Ducale.

Al professor Giancarlo Vallone verrà consegnato a ricordo della cerimonia il multiplo d’arte La Voce della Storia, artistica campana in bronzo realizzata dal grand’ufficiale Giuseppe Bellucci nella sua fonderia.

Del vincitore parlerà l’accademico dei Lincei e socio onorario del Gruppo Umanesimo della Pietra professor Cosimo Damiano Fonseca, testimonial della manifestazione e vincitore della prima edizione del Premio (1998).

All’evento è stato assicurato il patrocinio dell’amministrazione comunale di Martina Franca a nome della quale porgerà un indirizzo di saluto il professor Antonio Scialpi, assessore alle Attività Culturali.

Al pubblico sarà distribuito l’opuscolo, curato dalla dottoressa Annapaola Di Giuseppe, del Premio Umanesimo della Pietra per la Storia - Edizione 2020, attribuito al professor Francesco Panarelli.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA