Stampa
In: EDITORIALI

leditoriale«Le donne che il mattino di Pasqua si recarono al sepolcro trovarono la pietra ribaltata, senza il Signore all'interno. Come spesso ci capita, Dio non è dove noi lo vorremmo trovare. Spesso ci sentiamo traditi, ma non è Lui che ci gira le spalle o non si lascia trovare. Siamo noi che lo cerchiamo dove Lui non c'è.
"Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risuscitato"

Prendiamo in prestito questi versetti del Vangelo (Lc 24,5-6) non solo per trasmettere a voi lettori i più sinceri auguri di buona Pasqua da parte dell’intera redazione di Noci24.it ma anche per invitarvi a festeggiarla ogni giorno: divenendo donne e uomini coraggiosi e che sappiano riscoprire la gioia in ogni momento della giornata.

Ogni giorno muore qualcosa di vecchio in noi e facciamo un passo verso la vita nuova: è tutto così in divenire minuto dopo minuto! Tutto è inevitabilmente così nuovo per noi da non riuscire in alcun modo a non essere contagiati dalla testimonianza della vita nuova.

È vero, non possiamo in alcun modo ignorare le immense passioni che continuano nel mondo, nelle case dei poveri e degli ammalati, nei cuori dei maliziosi e dei disonesti, dei ladri o di chi è in stato di guerra. Ma Cristo ci ha insegnato che la resurrezione è sempre in atto e che la vita non finisce mai e lo ha insegnato, senz’altro, anche ai non credenti o a chi non si nutre spesso dell’Eucarestia.

Pasqua è essere capaci di guardarci intorno per vedere i fiori della primavera, non le foglie morte.

Buona Pasqua!