Stampa
In: Consiglio Comunale

COMUNICATO - Riceviamo e pubblichiamo una nota giunta in redazione, firmata dai consiglieri d'opposizione Liuzzi - Morea -Mansueto - D'Aprile, nella quale si cerca di spiegare disappunto sul nuovo rinvio del rifacimento del manto al campo sportivo De Luca resta.

 “Allenamenti a lume di candela e partite in...caduta libera: un’altra puntata della fiction è andata in onda. Si continuerà a giocare sull’erba sintetica consumata e la preparazione atletica e tattica delle partite della nostra maggiore squadra di calcio sta avvenendo con l’impianto di illuminazione dello stadio a fari ridotti. Chi l’avrebbe detto! È davvero originale il saluto dell’Amministrazione alla società Azzurri Noci che, con notevoli sacrifici, quest’anno ha ottenuto di disputare il più impegnativo e prestigioso campionato di Prima Categoria".  

"L’Amministrazione ha deciso di rinviare a fine campionato i tanto attesi lavori di rifacimento del manto erboso sintetico e per ripristinare un’illuminazione sufficiente per svolgere gli allenamenti serali. Nella prossima estate dunque il De Luca Resta sarà interessato dai lavori che quest’anno, per i ritardi accumulati dall’Amministrazione comunale non hanno potuto svolgersi al momento opportuno, ovvero nei consueti mesi di pausa delle attività sportive. Ritardi, incertezze, lente decisioni sono ormai una costante dell’azione amministrativa di questa Giunta spesso rendendo inefficaci gli interventi che la comunità nocese attende con ansia per sanare situazioni annose”.

“Ci risulta che la decisione di procrastinare tutto alla prossima estate sia stata presa d’intesa con la dirigenza della benemerita società calcistica. Non si poteva fare altrimenti. Ottobre e novembre non sono mesi per svolgere lavori all’esterno; la squadra di prima categoria e tutte le altre compagini dei campionati minori e amatoriali avrebbero dovuto chiedere ospitalità ai campi sportivi dei paesi limitrofi. Il malcelato intento dell’Amministrazione comunale di sperare nella comprensione degli atleti, dei dirigenti, delle famiglie dei giovani sportivi i e dei tifosi ha trovato l’accondiscendenza forzata degli utenti finali dello stadio De Luca Resta. Altro non si poteva fare”.

“Quanto a noi, nel porgere gli auguri alla società per un meraviglioso campionato 2019-2020, vigileremo affinché per tempo si svolgano le procedure e si richiedano tutti i permessi per completare l’opera; nel frattempo sarebbe opportuno disporre il progetto per le nuove tribune, per gli spogliatoi e i locali tecnici: insomma, diamoci da fare!".

© RIPRODUZIONE RISERVATA