Stampa
In: Consiglio Comunale

comune di noci sala consiliareNOCI - Il prossimo Consiglio Comunale è convocato in sessione straordinaria e pubblica - in modalità videoconferenza – per giovedì 11 marzo alle ore 17:00 in prima convocazione (seconda convocazione per lunedì 15 marzo 2021 alle ore 17:00).

Nella conferenza dei capigruppo del 4 marzo 2021 sono state discusse due richieste pervenute al Consiglio Comunale: la prima riguardante la richiesta, da parte di diverse associazioni, di attribuzione della cittadinanza onoraria a Liliana Segre, superstite dell’Olocausto e testimone della Shoah italiana, nominata senatrice a vita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 19 gennaio 2018 «per avere illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale»; la seconda, avanzata dalla Presidente del Consiglio Regionale Loredana Capone, relativa all’adozione da parte del Consiglio Comunale della mozione avente ad oggetto “Localizzazione del deposito nazionale di stoccaggio per le scorie nucleari”, già adottata all’unanimità dal Consiglio regionale lo scorso 12 gennaio.

Quest’ultima proposta è stata inserita all’Ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale (e dunque vi sarà modo di approfondirne i contenuti in quella sede), insieme alla presa d’atto della determina Ager n. 501 del 31.12.2020 e della allegata relazione relativa alla procedura di validazione del Pef per l’anno 2020 per il Comune di Noci ai sensi e per gli effetti dell’articolo 6 della delibera n. 443/2019 e del MTR allegato.

Per quanto concerne la proposta si attribuzione della cittadinanza onoraria alla Senatrice Segre, accolta favorevolmente da tutti i presenti, si è deciso di delegare l’Assessore alla Cultura Gaetana Bruno alla programmazione di un percorso di approfondimento e animazione territoriale sull’argomento, affinché questo riconoscimento non resti un mero atto simbolico, ma possa rappresentare una occasione ulteriore di dibattito e sensibilizzazione nella comunità nocese.

La linea è stata condivisa da tutti i presenti in Conferenza dei Capigruppo, sia di maggioranza che di minoranza. «Con i Capigruppo in Consiglio comunale abbiamo inteso intraprendere un percorso che ci consenta di accogliere questa richiesta con vera partecipazione – ha dichiarato il Presidente Fabrizio Notarnicola.La pandemia in corso non deve inibire l’organizzazione di iniziative culturali atte a tenere sempre alta l’asticella dell’attenzione pubblica su quelle tematiche – quali la Memoria dell’Olocausto e la lotta ai genocidi e alle dittature – che devono invece essere sempre riproposte, affinché le criminose azioni di cui il passato ancora ci restituisce i segni, non abbiano più a ripetersi».

«Chi mi conosce sa che non sono avvezzo alle celebrazioni fini a sé stesse – ha aggiunto il Sindaco Domenico Nisi, che ha preso parte alla Conferenza dei Capigruppo. – Per questo ho condiviso l’idea di intraprendere un percorso di partecipazione civica, che coinvolga anche gli Istituti scolastici, il mondo dell’associazionismo e tutta la nostra comunità. La Memoria è importante solo se sa farsi pratica di pensiero e di azione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA