Stampa
In: dal Parlamento

liuzzi-piero-sindaco-05ROMA  - "La nuova programmazione 2014-2020 dei fondi europei rappresenti il riscatto dei beni culturali, dei giacimenti culturali, dei patrimoni d'arte dell'Unione" è la raccomandazione che le commissioni 7^ e 14^ del Senato rivolgono alla Commissione europea, al Consiglio dei ministri europei ed all'assemblea degli europarlamentari.

Relatore in entrambe le commissioni ( la 7^ per l'istruzione pubblica ed i beni culturali, la 14^ per le politiche dell'Ue) il parlamentare pugliese Piero Liuzzi, che invitando i commissari ad esprimersi favorevolmente a prescindere dalle appartenenze partitiche, ha evidenziato gli sforzi fin qui effettuati dall'Europa "per rendere strategica l'allocazione di ingenti risorse finanziarie a favore della tutela, conoscenza valorizzazione dei beni culturali in occasione della comunicazione che la Commissione Ue sull'approccio integrato al patrimonio culturale". Notevole sostegno riceverà la città di Matera in conseguenza della designazione "a capitale europea della cultura 2019". "Tale riconoscimento, a parere di Liuzzi, "consentirà all'Italia di far conoscere le sue buone prassi e la sua tradizione anche nella prospettiva di attrarre nuovi flussi turistici e permetterà di dare un rinnovato impulso all'economia del Meridione". Nelle raccomandazioni all'indirizzo di Bruxelles, infine, il sen. Liuzzi segnala "la necessità di estendere l'attenzione delle politiche di tutela e valorizzazione alle espressioni culturali rappresentate dal cibo, dalla biodiversità, le ritualità arcaiche proprie della civiltà contadine, l'archeologia industriale, gli antichi spartiti musicali, i racconti della tradizione orale". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA