Stampa
In: dal Parlamento

 

liuzzi-piero-sindaco-04NOCI (Bari) - Il senatore PDL Piero Liuzzi ha diffuso una nota sull'inserimento di un ordine del giorno sui Trulli nel Decreto "Valore Cultura" licenziato dal Senato. Decreto che però potrebbe subire uno stop improvviso dopo l'annuncio di ieri sera delle dimissioni dei ministri PDL dal Governo Letta e l'apertura della crisi di Governo.

 


 

La nota del senatore Liuzzi.

"Esprimo, anche a nome dei colleghi pugliesi del Senato, viva soddisfazione per la disponibilità del Governo a recepire l'ordine del giorno sui Trulli che accompagna la conversione in legge del Decreto "Valore Cultura" licenziato l'altro ieri dall'assemblea di Palazzo Madama". Proposto dal sen. Piero Liuzzi, capogruppo Pdl nella commissione 7^ Beni culturali e istruzione, l'odg faceva parte di una serie emendamenti che, successivamente, hanno trovato accoglienza in aula col parere favorevole del ministro Massimo Bray.

Liuzzi e' soddisfatto dell'esito della proposta che "impegna il governo a predisporre un piano straordinario di restauro conservativo e di recupero architettonico e urbanistico del patrimonio dei Trulli e delle costruzioni in pietra a secco (aie, fogge, lamie, cisterne, edifici a conversa) nell'ambito della riprogrammazione delle risorse dei fondi a finalità strutturale dell'U. E. e dei fondi di sviluppo e coesione dell'attuale ciclo della programmazione 2007-2013 o, in alternativa, a prevedere uno stanziamento di risorse all'interno del nuovo ciclo di programmazione 2014-2020". "E' il comprensorio dei Trulli, così come delineato dagli studiosi Carlo Maranelli e Tommaso Fiore nella prima metà del Novecento - afferma Il parlamentare di Noci - ad essere interessato con i territori comunali di Alberobello, Locorotondo, Noci, Putignano, Monopoli in provincia di Bari; Martina Franca e Mottola in provincia di Taranto; Cisternino, Ceglie Messapica, Francavilla, Fasano, Ostuni, San Michele Salentino e Villa Castelli in provincia di Brindisi".

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA