Stampa
In: Giunta Comunale

NEveNOCI (Bari) - Il Comune di Noci risponde agli attacchi di Forza Italia in merito alla presunta spesa, ritenuta "spropositata", di 60.000€ per la gestione dell'emergenza neve del 30 e 31 dicembre 2014. A quanto si legge nel comunicato diffuso dal sindaco Nisi la spesa effettivamente pagata per gli interventi sarebbe di € 55.349, di pochissimo inferiore agli ormai famosi 60.000€ impegnati. Altri 5.000 € sarebbero stati inoltre impegnati per coprire le richieste di rimborso spese da parte delle Associazioni di Protezione Civile. 


 

(Comunicato stampa)

Emergenza Neve - Rendiconto delle spese sostenute dal Comune di Noci

L’Amministrazione comunale, terminati tutti i dovuti conteggi e nell’ottica di garantire quella Trasparenza tanto mormorata, viste le numerosi sollecitazioni da parte dei cittadini e degli organi di stampa, rende note le spese sostenute dal Comune di Noci in occasione dell’emergenza neve che ha interessato anche il nostro territorio nei giorni 30 e 31 dicembre e 1-2-3 e 4 gennaio.

Come si evince dalla fatture presentate dalle ditte che hanno prestato la loro attività, complessivamente gli interventi effettuati sono costati, al netto dell’Iva, € 45.368,00 (€ 55.349,00 compreso Iva e quindi inferiore di 4.650,00 euro rispetto a quanto preventivato), di cui € 18.200,00 per interventi riguardanti la messa in sicurezza del verde pubblico, € 1.500,00 per l’utilizzo di mezzi meccanici di grandi dimensioni e € 25.668,00 per l’utilizzo degli altri mezzi meccanici.

Nello specifico, per gli interventi riguardanti il verde pubblico è stata applicata la tariffa oraria di € 35,00, in analogia alle tariffe applicate dal Corpo Forestale dello Stato; per gli interventi riguardanti rimozione, accantonamento e spargimento di sale è stata applicata la tariffa oraria di € 100,00 per l’utilizzo di mezzi meccanici di grandi dimensioni e di € 50,00 per l’utilizzo degli altri mezzi meccanici, in analogia a quanto applicato in occasione dell’emergenza neve di gennaio-febbraio 2012.

Si evidenzia che non sono state applicate maggiorazioni derivanti dal fatto che gli interventi sono stati effettuati in giorni festivi (31 dicembre, 1 gennaio nonché il sabato e la domenica successiva). Tali spese, inoltre, non hanno comportato per l’Ente alcun debito fuori bilancio.

Per le associazioni di protezione civile è stata impegnata la somma di euro 5.000,00 su apposito capitolo di bilancio che sarà utilizzata per coprire le richieste di rimborso spese da parte delle Associazioni di Protezione Civile. Queste somme valgono come rimborso per dispositivi di protezione individuale, attrezzature, attività di manutenzione dei mezzi, riparazione degli stessi e spese carburante.

(Comunicato stampa)

© RIPRODUZIONE RISERVATA