Stampa
In: Giunta Comunale

03 06 AggiornamentiCovidNOCI - Continua ad abbassarsi di qualche unità la curva dei contagi in quel di Noci, che annovera 48 persone positive e 27 in isolamento fiduciario. L’appello del Sindaco: “Proprio in questo momento tenere alta la guardia è ancora più importante!”

In una Puglia che davvero per un soffio ha evitato la retrocessione in zona arancione, e che registra al momento circa 1418 contagi (di cui 610 solo nella provincia di Bari) la curva dei contagi nel nocese continua fortunatamente a scendere, rispetto alle realtà dei paesi limitrofi.
Secondo i dati comunicati dalla Prefettura in data 4 marzo e divulgati dal Sindaco, Domenico Nisi, nel corso della diretta social settimanale, sarebbero infatti 48 i nocesi positivi e 27 le persone che devono osservare il periodo di isolamento fiduciario. Per quanto concerne i minori sono 5 quelli compresi tra i positivi e altrettanti quelli in isolamento fiduciario.
Numeri che invoglierebbero a intonare un metaforico “Alleluja!”, ma Nisi Avverte: “E’ proprio questo il momento in cui è più importante non abbassare la guardia! Le cautele del caso e la massima attenzione devono essere adottate indipendentemente dalla colorazione. Marzo e Aprile sono i mesi più delicati per quel che riguarda la previsione dei contagi!”
Come la maggior parte dei lettori ormai saprà, la compagna vaccinale per gli over 80 e per il personale scolastico è già partita con un’ottima organizzazione, seppur con qualche difficoltà dovuta allo scarseggiare delle dosi di vaccini inviate dalle case farmaceutiche. Si sta progettando di attuare anche la vaccinazione a domicilio per gli ultra ottantenni che abbiamo concrete difficoltà nello spostarsi.
In sintesi, un grosso sospiro di sollievo sì, è più che legittimo, ma per deporre le armi contro il virus e adagiarsi sugli allori è decisamente ancora troppo presto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA