Stampa
In: Palazzo di citta'

NociNOCI - Con l’ordinanza 69 del 18.06.2020 il Sindaco ha regolamentato gli orari di attività dei pubblici esercizi al fine di migliorare il servizio offerto in vista dell’estate ormai alle porte.

Dopo un confronto con le organizzazioni sindacali ed i rappresentanti delle forze dell’ordine si è deciso di estendere gli orari di apertura dei pubblici esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande, come segue:

Fino al 30 giugno nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì e giovedì:

 

Fino al 30 giugno nei giorni di venerdì, sabato e domenica.

 

Dal 01 luglio al 30 agosto:

Dopo le ore 02:00 resta vietata la somministrazione di qualsiasi bevanda alcolica e la vendita di bevande da asporto in contenitori di vetro.

Anche i distributori automatici di bevande dovranno tarare i loro apparecchi in modo da rispettare il contenuto della presente ordinanza.

Resta agli esercenti la facoltà di effettuare una chiusura intermedia dell’esercizio fino al limite massimo di due ore.

«Credo sinceramente di aver fatto il massimo, grazie anche alla collaborazione e alla disponibilità dei Carabinieri e dei Vigili. Sono pertanto abolite tutte le ordinanze, anche quelle di vecchia data, che regolavano le aperture dei pubblici esercizi in inverno – spiega il Sindaco, Domenico Nisi. – Con l’estate alle ormai alle porte e per favorire la ripresa delle perdite economiche subite dai nostri esercenti nel periodo di chiusura determinato dalle misure di contenimento da Covid-19, abbiamo inteso, di comune accordo con le organizzazioni sindacali ed i rappresentanti delle forze dell’ordine, di estendere gli orari di apertura dei pubblici esercizi. Ora mi aspetto la massima collaborazione dagli esercenti, anche per quanto riguarda il rispetto delle misure di sicurezza. Tutti loro saranno convocati la prossima settimana, per un confronto con le forze dell’ordine finalizzato ad affrontare questa nuova fase con il massimo ordine. Confido nel buon senso di tutti, chiarendo sin d’ora che qualora dovessi riscontrare problemi, non ho nessun problema a tornare sui miei passi. La sicurezza di tutti deve continuare essere priorità di ognuno di noi».