Stampa
In: Partiti politici

03 31NOCIOFFICINACIVICAalparlamentoeuropeoCOMUNICATO - Nei giorni 19 20 e 21 marzo una delegazione di nove delegati appartenenti a “Officina civica”, il movimento che raggruppa le liste civiche che hanno sostenuto la candidatura a Sindaco dell’Ing. Paolo Conforti, si è recata a Bruxelles presso la sede del Parlamento Europeo.

L’occasione ha permesso un contatto diretto con questa moderna istituzione con la quale inevitabilmente tutti i Paesi dell’area Europea debbano confrontarsi in modo particolare in questo periodo nell’imminenza delle elezioni del nuovo Parlamento. I funzionari di lingua italiana hanno condotto il gruppo all’interno del Palazzo illustrando quella che è l’importanza e quelle che sono le funzioni svolte. Partendo dalla considerazione che la fondazione della Comunità Europea negli anni cinquanta è stata una geniale intuizione di pochi stati, tra cui l’Italia, divenuti oggi 28 nazioni, si è convenuto che si tratta di una istituzione di pace. Infatti dalla sua fondazione non vi sono state più guerre tra i popoli europei come invece era successo negli anni precedenti fino alla seconda guerra mondiale. Tutti abbiamo condiviso la considerazione che l’unico modo di competere con colossi mondiali emergenti come la Cina e l’India o consolidati come Stati Uniti e Russia, è dato dall’unione dei popoli e la moneta unica ne è la testimonianza. La sensazione che abbiamo provato stando nel parlamento europeo è che le differenze si azzerano. Abbiamo assistito con facilità ad una seduta consultiva in cui si trattavano svariati temi, come ad esempio arricchire i diritti dei diversamente abili, tutelare l’ambiente e molto altro che ci han fatto riflettere sulle potenzialità dell’unione europea in relazione non solo ai temi economici ai quali tutti siamo abituati ad ascoltare ma in particolare su quelli sociali, culturali e della tutela del mondo in cui viviamo. L’unione fa la forza.
Si è poi passati ad affrontare un argomento più specifico attraverso una seduta ad hoc presieduta da alcuni funzionari dell’ufficio di direzione generale, come il sistema dei finanziamenti europei soprattutto a favore dei piccoli imprenditori e delle pubbliche amministrazioni: la forza civica nocese ha incalzato il funzionario responsabile sulle opportunità per i piccoli centri e le piccole attività imprenditoriali ed è emerso che vi sono molti fondi a disposizione ma che manca o è carente l’informazione. Le amministrazioni ed i piccoli imprenditori hanno bisogno di informazione ed in quest’ottica si è valutata la possibilità di aggregazioni di più comuni o più imprenditori per rendere meno onerosa la progettualità. Dopo una full-immersion nel modernissimo palazzo di vetro la serata ha offerto l’occasione di incontrare una folta rappresentanza di nocesi che da anni lavorano a Bruxelles, portando le nostre tradizioni culinarie ed il nostro paese nel cuore dell’Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA