Stampa
In: Partiti politici

06-11-bandiera-selNOCI (Bari) - Incontra il favore della politica locale la sofferenza espressa dalle attività commerciali ubicate attorno a Piazza Garibaldi, assoggettata a lavori di restyling. Con una nota indirizzata al sindaco e agli assessori Gianni Schiavone, Stanislao Morea e Arturo D'Aprile, il circolo cittadino di SEL chiede la graduale riapertura della piazza e la sospensione della TARSU per i residenti della zona.

delia-francescoLA LETTERA - Una lettera a firma del segretario del circolo cittadino del movimento facente capo a Nichi Vendola, Francesco D'Elia (in foto) è comparsa sui social network e davanti la scrivania dell'ufficio protocollo del Comune di Noci. Nella missiva, che prende spunto appunto dai disagi che sta vivendo la cittadinanza e dalla crisi economica, il circolo di SEL chiede ai destinatari: «di garantire l'apertura progressiva, in base all'avanzamento dei lavori, di piazza Garibaldi, modificando eventualmente il cronoprogramma in modo da consentire, almeno gradualmente, agli esercizi commerciali e agli abitanti della zona la ripresa delle normali attività; di permettere comunque la riapertura anticipata dell'intera Piazza Garibaldi non appena saranno finiti i lavori previsti, senza attendere il termine dei lavori su via Moro; di prevedere l'esenzione dal pagamento della Tarsu per tutte le attività commerciali ubicate in piazza Garibaldi, via Bari, via Moro, via Principe Umberto, via Vittorio Emanuele II e nelle altre vie limitrofe che hanno sopportato, stanno sopportando e sopporteranno i disagi causati dai lavori».

L'AMMINISTRAZIONE - Dall'altra parte l'amministrazione comunale fa sapere che si sta muovendo circa la risoluzione dei disagi causati dai lavori e tende a precisare, in seguito alle notizie dei giorni scorsi, che non vi è alcuna «guerra fredda» nei confronti dei commercianti della zona. Non una nota ufficiale, ma gli amministratori fanno fronte comune per cercare di dipanare il malcontento degli operatori commerciali e dei residenti di Piazza Garibaldi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA