Stampa
In: Partiti politici

01-04-auguri-fiNOCI (Bari) - Ieri sera i senatori di Forza Italia (ex-PDL) Donato Bruno e Piero Liuzzi hanno incontrato amici e simpatizzanti per uno scambio di auguri per il 2014 nella sala convegni di via Pio XII. All'appello hanno aderito in tanti, sia forzisti nocesi, sia aderenti alla neonata associazione Noci2020, sia amministratori e simpatizzanti del circondario.

Liuzzi, in qualità di padrone di casa, ha aperto la serata ringraziando i partecipanti per aver accolto l'invito di Forza Italia e dei consiglieri Lobianco e D'Aprile allo scambio degli auguri per il 2014. Un 2014 che per Liuzzi dovrà essere occasione di ripresa di fiducia e di rilancio economico per imprese e cittadini. Un 2014 in cui la politica dovrà mettere il massimo impegno per dare risposte ai bisogni della gente. Intervenendo dopo Liuzzi il senatore Bruno ha evidenziato le difficoltà dell'Italia per questo 2014 a cominciare dalla situazione economica, in lievissima ripresa, per finire alla situazione politica, ingessata nei tre poli, centrodestra, centrosinistra e M5S, che si contendono la guida del paese. Per questa ragione per Bruno è necessario portare avanti la riforma della costituzione (già avviata dal centrodestra nel 2005 e poi bloccata dal referendum), abolire il Senato, trasformandolo nella Camera delle Regioni, e creare una legge elettorale capace di dare stabilità ai governi senza indebiti premi di maggioranza. A chi il compito di far tutto ciò? Per Bruno l'attuale governo Letta/Alfano, quest'ultimo chiamato più volte "l'amico che ha sbagliato", non sarebbe in grado di farlo. Ma anche Renzi, secondo Bruno, starebbe spingendo per le elezioni di primavera. Infatti la soluzione prospettata da Bruno sarebbe quella di un voto anticipato per primavera con la possibilità di creare una nuova maggioranza, più solida e capace di avviare quelle riforme di lungo respiro capaci di dare una visione prospettica all'Italia. Capaci, inoltre, di aiutare l'internazionalizzazione delle nostre imprese nel mercato globale: mercato nel quale si giocherà la partita della crescita economica e del benessere per il futuro, mercato nel quale l'Italia è ancora troppo debole, nonostante la notizia, salutata favorevolmente da Bruno, dell'acquisizione di Chrysler da parte di Fiat ad inizio gennaio. Oltre al tema politico Bruno ha toccato il tema della solidarietà invitando tutti quanti, in questa difficile fase economica italiana, ad esprimere gesti di solidarietà a partire dai propri vicini meno fortunati. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA