Stampa
In: SALUTE

04 22 putignanoPUTIGNANO -  L’Ospedale di Putignano è pronto per uscire dalla fase pandemica e riattivare i reparti non Covid, pur mantenendo – almeno in questa fase - un’area dedicata alla patologia Covid. Un passaggio importante, che ha già una data: oggi 22 aprile, alle ore 20.

La decisione è arrivata ieri al termine del sopralluogo del Direttore Sanitario della ASL Bari, Danny Sivo, accompagnato dal dirigente medico responsabile del presidio Saverio Tateo e dai direttori di unità operativa. La verifica sul campo – assieme al confronto con i responsabili delle diverse articolazioni del presidio -  è stata utilissima per definire gli ultimi dettagli, valutare favorevolmente l’adeguatezza e la sicurezza dei percorsi e l’organizzazione delle unità operative, pronte a garantire la migliore assistenza sanitaria alla luce dell’attuale andamento epidemiologico.

Il “Santa Maria degli Angeli”, dopo aver affrontato una doppia riconversione - tra novembre 2020 e giugno 2021 e a gennaio scorso – conserva quindi un’area di ricovero Covid, con 22 posti letto, e parallelamente si appresta alla riattivazione delle principali unità operative ordinarie: un’area di degenza internistica non Covid (con 15 posti letto), Chirurgia Generale (con 10 posti letto), Cardiologia (10 posti letto, compresi 4 di area critica), Oculistica con attività di Day-surgery, nonché Terapia Intensiva (con 4 posti letto e 4 posti di terapia intensiva post-operatoria). Il Pronto Soccorso, inoltre, è stato organizzato in modo tale da poter gestire i casi Covid e quelli non Covid in totale sicurezza. Già in programmazione a breve scadenza, infine, l’apertura della Chirurgia Protesica Ortopedica, che sarà dotata di 6 posti letto.